Cerca

Emergenza meteo

Tre morti a Taranto, uno a Latina
I nubifragi travolgono tutta Italia

Si cerca un disperso in Puglia. Allerta in Toscana, Marche, Emilia Romagna e Puglia. Allagamenti a Rimini, Pescara e Ancona. "Gente travolta dall'acqua"

Tre morti a Taranto, uno a Latina
I nubifragi travolgono tutta Italia

Continuano le violente piogge che da sabato stanno sferzando l'Italia. Salgono a quattro le vittime. Rossella Pignalosa, una donna di 30 anni, di cui non si avevano notizie da ieri sera, è stata trovata morta intorno alle otto di questa mattina nei pressi di un ponte vicino alla sua abitazione a Ginosa. La donna stava rientrando a casa nella sua Fiat 600, quando sarebbe stata travolta dall'acqua. Un altro corpo senza vita è stato trovato nella mattinata. Si tratta di un 32enne si Montescaglioso, comune del Materano poco distante da Ginosa Marina. L’uomo lavorava in un’azienda nei dintorni del comune. La terza vittima è un bracciante indiano, rimasto folgorato da un fulmine a Borgo Santa Maria, in provincia di Latina. L’uomo stava lavorando nelle serre di un’azienda agricola che produce ortaggi quando è stato colpito dalla scarica che si è abbattuta sulla campagna. Il nubifragio si è abbattuto per tutta la notte nel triestino, allagando strade e abitazioni e rendendo difficoltosi i collegamenti.  Solo oggi, 9 ottobre, è stato trovato fa il corpo della terza vittima del nubifragio che si è abbattuto a Ginosa: si tratta di Giuseppe Bari, di 35 anni, marito di Chiara Moramarco, di 25. 

I dispersi -Proseguono invece le ricerche dell'ultimo disperso, Giuseppe Bianculli, di 32 anni, di Montescaglioso. Da oltre ventiquattr'ore la situazione è drammatica in Puglia. A Taranto città, ieri, una donna e un  bambino sommersi dall'acqua sono stati salvati dagli agenti, ma sono stati diversi gli automobilisti rimasti intrappolati all’interno delle auto in panne nel sottopasso di via Ancona. Anche in Salento la situazione è grave: un camion è sprofondato in una voragine apertasi nel manto stradale, alberi abbattuti e allagamenti. Nel leccese oltre 300 persone sono costrette in casa dal maltempo. A Brindisi l'emergenza ha riguardato l’esondazione del canale Patri, col conseguente innalzamento del livello dell’acqua. Molti voli in partenza e in arrivo da Brindisi sono stati dirottati all’aeroporto di Bari, molte arterie cittadine, impraticabili, sono state chiuse al traffico. All’ospedale Perrino le piogge hanno provocato l’allagamento del reparto Grandi ustionati. 

Nel resto d'Italia - Il maltempo si è intensificato tra Emilia orientale, Romagna ed alte Marche con forti piogge e temporali in risalita da sud-est, accumuli anche di oltre 50mm si segnalano nel riminese, locali allagamenti tra riminese, pesarese ed anconetano. Temporali anche sulla Sardegna settentrionale. Intanto nuovi temporali si stanno organizzando tra Toscana e Lazio, in spostamento verso Est; temporali anche sulla Sardegna settentrionaleTraffico in tilt in diverse zone di Roma a causa del nubifragio che si è abbattuto in mattinata sulla capitale: si è aperta una voragine in via Lorenzo il Magnifico, a due passi da piazza Bologna. Allagamenti e vigili del fuoco al lavoro soprattutto sul litorale. Tra Anzio e Nettuno, dove ieri il sindaco ha chiesto lo stato di calamità a causa del maltempo dei giorni scorsi, si è registrata una tromba d'aria in mare. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alinari

    09 Ottobre 2013 - 01:01

    In Puglia devastazioni e morti causa fiumi esondat,perchè mai messi in sicurezza pulendone i fondali; strade sprofondate,ecc.Se l'idiota che la governa, anzichè destinare ingenti fondi nelle inutili Fabbriche di Nicky, in insignificanti laboratori sperimentali, e in tantissime irrilevanti sciocchezze care alla sinistra, forse si conterebbero meno morti.Sono tutti sulla tua coscienza, causati dalla tua supponente ed arrogante inefficenza, caro Nicky Vendola.Se fossi un parente di quelle giovani vite styroncate dalla tua idiozia, vorrei tanto avere la soddisfazione di sputarti in faccia.

    Report

    Rispondi

blog