Cerca

sentenza storica

Multe, giudice di pace ne annulla 25 a un uomo: "Era in buona fede"

1
Milano, senza permesso nella Ztl prende 25 multe . Il giudice di Pace lo assolve: "Era in buona fede"

È transitato per 25 volte nella Ztl Merci, Zona a traffico limitato, in zona Paolo Sarpi, a Milano, senza essere in possesso del regolare permesso, collezionando multe per un totale di oltre 2mila euro. Presentato ricorso al Giudice di Pace, questi gli ha dato ragione e ha abbonato le sanzioni. I verbali sono stati annullati, scrive Il Giorno, perché gli è stata riconosciuta la buona fede. Il Giudice di Pace ha emesso la prima sentenza il 24 settembre, pronunciandosi su 14 multe, sugli altri dieci verbali "si è pronunciato martedì (10 ottobre, ndr) un altro giudice: ha annullato anche questi, tranne il primo" commenta l’avvocato Francesco Giungi che ha assistito il cittadino.

Nel ricorso presentato sono sottolineati gli adempimenti burocratici cui ha fatto fronte negli ultimi mesi l'uomo, 48 anni, milanese. A cavallo tra il 2016 e il 2017, il 48enne è diventato socio accomandatario e legale rappresentante della società di famiglia che si occupa di impianti di parabole e antenne, succedendo al padre di 86 anni. L'azienda ha cambiato anche ragione sociale da srl a sas. Troppe le nuove responsabilità sopraggiunte. Inoltre, la scadenza del permesso di accesso alla Ztl, il 31 gennaio 2017, non è stata comunicata dal padre al figlio. "Una simile dimenticanza" sottolinea il legale "è più che giustificata, per la mole di incombenze amministrative cui figlio e padre sono stati sottoposti negli ultimi mesi, sia per le precarie condizioni fisiche di quest’ultimo aggravate dall’età".

Il Comune poi non ha comunicato la scadenza del permesso. Per questi motivi il giudice ha accolto il ricorso. "Le dichiarazioni del ricorrente" si legge nella sentenza "sulle induzioni in errore non a causa della combinazione tra il cambio di ragione sociale unitamente all’assenza di comunicazioni di avviso di scadenza sono da ritenersi condivisibili". Prova la buona fede anche il fatto di aver pagato la prima contravvenzione provvedendo poi a rinnovare, immediatamente, il permesso.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mariocalcagni

    12 Ottobre 2017 - 19:07

    Prima di accendere l' auto "Bisogna" controllare che tutto sia in ordine ! Un terzo delle Auto ha i fari in disordine ..." ma io ci vedo" dicono gli/le Idioti senza capire che le luci accese servono di più per essere "VISTI" a maggiore distanza o quando si percorrono tratti Bui o in Ombra , anche d' Estate , con un'auto scura ...

    Report

    Rispondi

media