Cerca

L'inchiesta

Licio Gelli, la Guardia di Finanza sequestra villa Wanda

L'ex gran maestro della loggia P2 e' indagato per reati fiscali dalla procura di Arezzo con la moglie Gabriella Vasile, e i figli

Licio Gelli

Licio Gelli

 La Guardia di finanza sta eseguendo sulle colline di Arezzo il sequestro preventivo di villa Wanda, residenza dell’ex venerabile gran maestro della loggia P2 Licio Gelli. Il provvedimento sarebbe stato adottato nell’ambito di un’inchiesta per presunti reati fiscali. L'ex venerabile gran maestro della loggia P2  e' indagato per reati fiscali dalla procura di Arezzo assieme alla moglie Gabriella Vasile, ai figli Maurizio, Maria Rosa e Raffaello, e ad un nipote, Alessandro Marsilli. Nell'ambito di tale inchiesta e' stato disposto il sequestro preventivo di villa Wanda. 

La villa - Villa Wanda, in provincia di Arezzo, e' l'attuale residenza di Licio Gelli. Si tratta di un edificio di oltre trenta stanze su tre piani, con piscina e serra, immerso in un parco di tre ettari e situato sulla collina di Santa Maria delle Grazie. La villa era proprieta' della famiglia Lebole e si chiamava un tempo Villa Carla. I Lebole vendettero a Gelli quando questi divenne socio di una della loro societa', l'azienda produttrice di materassi Dormire. Gelli ribattezzo' la villa in onore della moglie, Wanda Vannacci. Per oltre 30 anni la villa ospito' molti fra i piu' potenti personaggi dell'economia e della politica italiana. La villa sali' agli onori delle cronache italiane il 17 ottobre del 1981 quando al suo interno furono trovate le liste degli affiliati alla loggia massonica P2 e, durante le indagini successive, l'abitazione fu setacciata dalle forze dell'ordine che vi ritrovarono molti lingotti d'oro celati nel giardino. Quando Gelli fu messo agli arresti domiciliari, scelse di scontare la propria pena in questa villa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • locatelli

    12 Gennaio 2015 - 06:06

    villa vanda e stata non seccuestrata ma dissequestrata e una bella differenza

    Report

    Rispondi

  • gianni-1

    gianni-1

    11 Gennaio 2015 - 17:05

    vorrei sperare che questo individuo e tutta la sua famiglia restino in miseria x tutta la vita , cosi sapranno che cosa significa vivere onestamente.

    Report

    Rispondi

    • locatelli

      12 Gennaio 2015 - 06:06

      gianni 1 io spero che licio gelli rimanga ricco come e' e spero che anche tu possa diventare ricco un giorno

      Report

      Rispondi

  • decimotedini

    11 Ottobre 2013 - 11:11

    le persone come quelle sono deprecabili a parer di cittadino, 6 giorni alla settimana ad intscare i soldi del cittadino, una sedia, e l'economia del paese? 2000 miliardi di debiti, stimo preferibilmente enzo biagi poverino, spendeva meglio i nostri soldi, sono passato sulla sua tomba e gli ho gettato una rosa 45 giorni fa. Una rosa 45 giorni fa per ricordarmi che, anche se beveva qualche bicchierino di vino e quando vi fu il fascismo e i nazisti, scriveva al lror soldo magari, parlandone bene, ha fatto tante altre belle cose, non avrà redatto inchieste inerenti il doping dei ciclisti, perchè magari le case produttrici dei flaconi glielo impedivano, però col suo naso a patata, rosso, e quel faccino da pinocchietto, fu un simpatico spenditore dei soldi dei cittadini, quegli degli incentivi, lo ricordiamo con piacere, col suo fiasco a scrivere..., se mi consentite, l'utilizzo di queste righe, per complimentarmi con un italiano, grazie.(:

    Report

    Rispondi

  • blues188

    11 Ottobre 2013 - 08:08

    Silvio dice che chi vota a sinistra è un coglione. Ma come, non lo ricordi?? Beh, vero, i coglioni non hanno molta memoria.

    Report

    Rispondi

    • locatelli

      12 Gennaio 2015 - 20:08

      chi vota asinistra non e solo un coglione ma anche masochista

      Report

      Rispondi

Mostra più commenti

blog