Cerca

Giustizia malata

Amnistia, Cancellieri: "Non riguarderà berlusconi"

Il Guardasigilli conferma le misure svuota-carceri: "Pronte entro fine anno". Ma esclude che possano riguardare l'ex presidente del Consiglio

Amnistia, Cancellieri: "Non riguarderà berlusconi"

Tra "uno o due mesi" le misure della riforma della giutizia saranno pronte. Lo ha detto ai microfoni di 'Mix 24' con Giovanni Minoli su Radio 24 il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri. La riforma prevederà tra le altre cose anche la velocizzazione dei processi civili. Ma ci saranno anche amnistia e/o indulto per svuotare le carceri italiane. La Cancellieri lo ha confermato, ma ha escluso che i due provvedimenti di clemenza possano riguardare Silvio Berlusconi.  Un "target" di circa ventimila persone che verrebbero toccate da un eventuale provvedimento di clemenza.

A indicare il dato e' il ministro della Giustizia Anna Maria Cancellieri, intervista a 'Mix 24' da Giovanni Minoli. "Ho idee chiare sulla legge - ha aggiunto il guardasigilli - le precedenti esperienze hanno riguardato ventimila persone, e questo numero per noi andrebbe molto bene. L'amnistia inoltre incide anche sui processi da fare e cio' ci darebbe grande respiro". Una "traccia" potrebbe essere anche la legge approvata nel '90, ma "e' il Parlamento sovrano che decide", ha detto il ministro. Ma alla domanda di Minoli che le chiedeva se aministia e indulto riguarderanno anche Silvio Berlusconi, la Cancellieri ha così risposto: "Penso proprio di no". E poi ha aggiunto: "Ne è sicuramente escluso". Cosa faranno, un'amnistia 'contra personam', come chiedeva ironicamente Marco Travaglio l'altra sera a Servizio Pubblico?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucatnt73

    14 Ottobre 2013 - 21:09

    Premesso che son contro a qualsiasi amnistia (creassero nuove carceri se c'è sovraffollamento), ma per quale motivo lui non dovrebbe usufruirne? Chi verrebbe messo in libertà con un reato inferiore alla frode fiscale? I ladri di polli?

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    13 Ottobre 2013 - 13:01

    E' il vostro senso cattolico che è esemplare. Voi siete esattamente coloro che guardano la pagliuzza nell'occhio altrui senza vedere la trave che avete nel vostro. Tobyyy non ha detto nulla di male e al contrario di te (come al solito) non ha offeso nessuno.

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    13 Ottobre 2013 - 13:01

    Da brava compagna la Cancellieri fa sapere che l'amnistia non interesserà Berlusconi. Mi sembra giusto. Meglio lasciare liberi ladri e assassini piuttosto che un innocente condannato senza prove per una presunta evasione fiscale.

    Report

    Rispondi

  • numetutelare

    12 Ottobre 2013 - 14:02

    Chi dimentica il passato non conosce le dinamiche del presente, e sono parole dei più grandi pensatori anche della sinistra. Va beh pensare é faticoso e riesce meglio schierarsi a comodo proprio. Il problema ormai non é Berlusconi ma l'iter giuridico che viene spesso interpretato in base alle esigenze del momento. Esiste quello che si chiama "precedente" ed una volta attuato non riguarderà Berlusconi ma tutti gli imputati a venire in cui potrebbero incappare in buonafede suoi amici o parenti, che ne sa? In Italia la frode fiscale la attua la più parte di chi é imprenditore o commerciante (spesso per ragioni di sopravvivenza) solo che la magistratura non ha tempo di perseguirli finché non chiude il capitolo Berlusconi, dopo ne vedremo delle belle. A parte questo inciso, vedremo di che si occuperanno negli anni a venire certi settori della nostra società "civile", vedi magistrati, giornalisti, gossipari, lecca ex falce e martello con la bava alla bocca. L

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog