Preparatevi alla nuova ondata

Immigrazione in Italia, la verità del super-esperto. Scenario tragico: "Crisi epocale, perché ci invaderanno"

Immigrazione in Italia, la verità del super-esperto. Scenario tragico: "Crisi epocale, perché ci invaderanno"

La tregua degli sbarchi dal nord Africa verso le coste italiane è destinata a finire prestissimo. Il prof. Stefano Torelli, ricercatore dell'Ispi e docente allo Ium di Milano, non ha dubbi su quali saranno gli effetti immediati delle rivolte di piazza scoppiate lunedì scorso a cominciare dall Tunisia.

Dalle coste tunisine in realtà i flussi erano già ripresi da tempo: "In settembre - ricorda Torelli al Giorno - Gli sbarcati da allora sono stati 6mila, molti di più di quelli registrati nel passato escluso il 2011, l'anno delle rivolte. Sono il 5-6% degli sbarchi complessivi in Italia". La situazione in quell'area è profondamente cambiata rispetto a sette anni fa: "Le proteste sono diverse da quelle del 2011, ma anche più allarmanti. All'epoca - dice Torelli - dopo la rivolta contro Ben Ali e la sua sostituzione con un sistema sicuramente più democratico, un'ampia fetta di società comincia a essere impaziente, perché non si vedono ancora risultati concreti nel miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini. Anzi molti indicatori stanno peggiorando".

L'economia della Tunisia si prepara ad affrontare una nuova ondata di crisi, mentre la classe politica "si è arrocata su stessa e, di fatto, ha escluso dal processo di decisione l'ampia fetta di cittadini che fu protagonista della rivolta nel 2011 e che ora vive la disillusione di essere stata di nuovo confinata ai margini".