Nessuno fascicolo aperto

Procura di Milano smentisce inchiesta su Berlusconi e vendita Milan

13 Gennaio 2018

Procura di Milano smentisce inchiesta su Berlusconi e vendita Milan

La Procura di Milano smentisce di aver avviato un'inchiesta penale in relazione alla vendita del Milan all'imprenditore cinese Yonghong Li. "Non c'è nessun fascicolo di indagine per sospetto riciclaggio", ha affermato il pm Francesco Greco che ha parlato ai giornalisti nel suo ufficio in Procura, "nemmeno un fascicolo conoscitivo, a modello 25, né con ipotesi di reato senza indagati. La notizia che si è diffusa ieri in serata di Silvio Berlusconi indagato è assolutamente falsa". Oggi La Stampa ha scritto che i pm di Milano "hanno avviato un'inchiesta che tra le varie ipotesi comporta anche verifiche sul reato di riciclaggio" in relazione alla vendita del club all'imprenditore cinese Yonghong Li.

"Allo stato" ha aggiunto Greco, "non abbiamo richiesto alcun documento all'Uif (Unità di Informazione Finanziaria di Banca d'Italia, ndr). Non c'è un fascicolo per sospetto riciclaggio". Il magistrato ha poi sottolineato che "quando ci sono vicende di questo tipo, così fumose e complicate, dove non si sa quali siano le parti in causa, non si procede subito alle iscrizioni". In sostanza, il procuratore ha lasciato intendere, che è necessario prima fare accertamenti ed eventualmente analizzare le carte, per poi eventualmente procedere.