Cerca

Luci rosse

Torino, lo scandalo sessuale: l'amante ricatta la mogliettina infedele, la salva il papà famoso imprenditore

1
Torino, lo scandalo sessuale: l'amante ricatta la mogliettina infedele, la salva il papà famoso imprenditore

Una bruttissima storia di corna, finita a suon di milioni di euro e in tribunale a Torino. Un uomo, Marco Pavese di 45 anni, e due suoi complici sono accusati di estorsione ai danni di una signora di cui Pavese era amante. Si sono fatti consegnare quasi un milione di euro (ma come rivela Repubblica il bottino complessivo si aggirerebbe sui 3 milioni) con la minaccia di spifferare al marito di lei la relazione extraconiugale. A denunciare tutto (e a versare i soldi) è stato il padre della signora, noto imprenditore piemontese. La storia clandestina andava avanti da tre anni e l'idea del ricatto sarebbe nata dai problemi di debiti di Pavese. "Quando l'ho conosciuto - ha spiegato la donna agli inquirenti - faceva l'agente immobiliare. Abbiamo avuto una storia e dopo lui mi ha raccontato di avere dei grossi debiti con persone poco raccomandabili. Doveva loro un milione di euro. Sapevano della nostra relazione e per questo lo ricattavano". Dopo aver staccato assegni da 700mila euro per aiutarlo ("Mi aveva detto che servivano come garanzia, che non sarebbero stati versati": falso), lei aveva continuato a pagare dietro la minaccia che i creditori avrebbero spifferato tutto. Bugie, svelate solo grazie alla denuncia del papà.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • patacca

    18 Gennaio 2018 - 12:12

    sara´ma per una scopata extra farsi rubare tanti soldi e´da stronza, con tutti clum scambisti, quele sarebbe stato il problema, bastava convincere il marito, normale ..

    Report

    Rispondi

media