Cerca

Processo d'Apello

Ruby I due processi potrebbero unirsi

I procedimenti furono divisi per consentire il rito immediato per Silvio

Ruby

Ruby

Sabato 19 ottobre al Trubunale di Milano è prevista l'udienza che dovrà, dopo la sentenza della Corte di Cassazione che ha condannato a quattro anni di reclusione (di cui tre condonati per l'indulto) per frode fiscale Silvio Berlusconi, ricalcolare l'interdizione dai pubblici uffici. Ma sul fronte giudiziario, come scrive il Corriere della Sera, potrebbe esserci anche una novità: i due filoni dell'inchiesta Ruby di cui per entrambi è già stato celebrato il processo di primo grado, pobrebbero essere fusi. Nel processo principale, Silvio Berlsuconi è stato condannato lo scorso mese di giugno a sette anni di reclusione per concussione e prostituzione minorile. I giudici accolsero la tesi dei pm Ilda Boccassini, Pietro Forno e Antonio Sangermano secondo cui l'ex premier ebbe rapporti sessuali a pagamento con la marocchina Karima El Mahroug consapevole che la ragazza aveva diciassette anni e, quando nel mese di maggilo del 2010 fu fermata e portata in questura per l'identificazione fece pressioni (per evitare  - sempre secondo la tesi dell'accusa - che la ragazza raccontasse delle notti di Arcore) sui vertici della Questura affinché la giovane fosse affidata all'allora consigliere regionale Nicole Minetti. Le motivazioni della sentenza di condanna avrebbero dovuto essere depositate entro 90 giorni, ma alla scadenza i giudici hanno ottenuto dal Presidente del Tribunale Livia Pomodoro una proroga di altri due mesi che ha spostato il limite di 22 novembre. 

Ipotesi fusione Successivamente, un mese dopo, sono arrivate anche le condanne per il Ruby bis, 7 anni all'ex direttore del Tg4 Emilio Fede, l'ex agente dello spettacolo Lele Mora (7 anni), Nicole Minetti condannata a 5 anni ma è stata assolta (a differenza degli altri dall'accusa di aver favorito la prostituzione anche della minorenne Ruby). Anche per questa sentenza il collegio giudicante ha ottenuto una proroga per il deposito delle motivazioni, il termine è stato spostato al due dicembre. A questo punto, dato per scontato che le difese presenteranno ricorso in Appello, a metè gennaio Ruby e Ruby bis arriveranno alla seconda e terza sezione a pochi giorni l'uno dall'altro. A questo punto la riunione dei processi  opare probabile e le udienze potrebbero partire a primavera inoltrata. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    18 Ottobre 2013 - 16:04

    No, finché ci sono reati da perseguire; e Lui, sembra, che ne abbia commessi ben più di uno

    Report

    Rispondi

  • IlBecchino

    17 Ottobre 2013 - 23:11

    Lei pur di citare un qualche articolo del CPP risponde anche alle domande assurde. E' tale la sua smania di sfoggiare la sua pseudo-sapienza che non si accorge neppure dell'assurdità della domanda. Mah...

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    17 Ottobre 2013 - 19:07

    Potrebbe prendere due assoluzioni.Nel caso di due condanne,si riunirebbero le pene concorrenti ai sensi dell'articolo 663 del Codice di Procedura Penale.Per assurdo,se venissero accolte le istanze in Cassazione o alla Corte Europea dei Diritti dell'uomo,i procedimenti connessi si fermerebbero.In pratica ti hanno fatto sperare per niente.Ti saluta unarosa?unarosa.

    Report

    Rispondi

  • ciannosecco

    17 Ottobre 2013 - 19:07

    Potrebbe prendere due assoluzioni.Nel caso di due condanne,si riunirebbero le pene concorrenti ai sensi dell'articolo 663 del Codice di Procedura Penale.Per assurdo,se venissero accolte le istanze in Cassazione o alla Corte Europea dei Diritti dell'uomo,i procedimenti connessi si fermerebbero.In pratica ti hanno fatto sperare per niente.Ti saluta unarosa?unarosa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog