Cerca

Battaglia navale

Diciotti, niente arresto per i due africani? L'ordine improvviso: "La nave resti in rada". Poi ok allo sbarco

12 Luglio 2018

5
Matteo Salvini

Gli immigrati "pirati" della Vos Thalassa la passano liscia? Pare di sì, almeno per ora: l'indagine-lampo svolta dagli investigatori della polizia di Stato, che ha mandato a bordo del natante i suoi uomini per raccogliere le testimonianze del comandante e dell'equipaggio minacciati, non ha portato all'individuazione di elementi ritenuti sufficientemente gravi da consentire l'arresto prima dello sbarco, come chiesto da Matteo Salvini. Sarà la procura di Trapani a valutare la posizione dei due migranti, un ghambiano e un sudanese, che sarebbero i responsabili delle minacce che, lunedì, hanno costretto la Guardia costiera a prendere a bordo della nave Diciotti i 67 migranti soccorsi domenica dal rimorchiatore Vos Thalassa, che stava per consegnarli alle motovedette libiche.

La notizia, però, ha immediatamente scatenato la reazione di Salvini, che da Innsbruck ha ribadito di voler vedere i due scendere dalla nave in manette. Così la nave, che stava facendo il suo ingresso in porto, ha ricevuto l'improvviso ordine di tornare indietro e di restare in rada: il braccio di ferro, dunque, continua. Poco prima di entrare nel Palazzo dei congressi di Inssbruck, Salvini ha chiamato il suo capitano di gabinetto al Viminale, e ha affermato: "Come è andata la notte sulla nave Diciotti? Guarda che io insisterò sul fatto che questi devono scendere da bordo in manette. Altrimenti non sbarca nessuno. Quanti ne hanno beccati?". Poco dopo, però, la Diciotti ha ricevuto il definito ok all'ingresso nel porto di Trapani. Confermata la denuncia dei due africani.

Il fermo di polizia per i due sarebbe possibile solo se venisse ipotizzato a loro carico un reato particolarmente grave, come il tentato omicidio. In mancanza di flagranza di reato, i poliziotti della squadra mobile di Trapani e dello Sco erano partiti per raggiungere in acque internazionali il comandante e l'equipaggio del rimorchiatore, per poi mettere a verbale le loro dichiarazioni. Per ora niente arresto, insomma. Decisione che Salvini ha gradito il giusto.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Perilli

    12 Luglio 2018 - 16:04

    Noi tutti con Salvini.... Cmq sti zozzoni clandestini tutti a casa e portassero con loro pure er maglietta rossa saviano che credo sia clandestino pure lui......

    Report

    Rispondi

  • ittoraglam

    12 Luglio 2018 - 15:03

    Due soli uomini hanno costretto, senza grave reato, l'intero equipaggio della nave a trincerarsi nella cabina di comando. Probabilmente erano visibilmente forniti di SUPERPOTERI.

    Report

    Rispondi

  • napoleon46

    12 Luglio 2018 - 14:02

    Basta con "ITALIANI BRAVA GENTE"........e' ora che ci facciamo rispettare. Salvini apri una inchiesta sella magistratura di Trapani.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media