Cerca

L'errore

Il fisco ha sbagliato con la Loren, non doveva finire in carcere nel 1982

I giudici scagionano l'attrice che finì nel carcere femminile di Caserta con l'accusa di aver fregato il fisco. Dopo 30 anni la verità

3
Il fisco ha sbagliato con la Loren, non doveva finire in carcere nel 1982

Il fisco con Sofia Loren ha sbagliato. L'attrice aveva ragione e non doveva essere arrestata per evasione fiscale nel 1982. A riconoscerlo dopo un processo durato 31 anni, è stata la Corte di Cassazione . La sezione tributaria della Suprema Corte, con una sentenza depositata oggi, ha infatti accolto il ricorso dell’attrice contro una decisione della Commissione tributaria centrale di Roma risalente al 2006.

L'errore - Al centro del procedimento, la dichiarazione dei redditi per il 1974 che la Loren presentò, congiuntamente al marito Carlo Ponti, in cui si escludeva, per quell’anno, "l’esistenza di proventi e spese", poiché "per i film ai quali stava lavorando erano sì previsti compensi ma da erogarsi negli anni successivi". Il fisco si mise subito sulle tracce della Loren e nel 1980 all’attrice venne notificato un avviso di accertamento, per un reddito complessivo per il 1974 pari a 922 milioni di vecchie lire, circa 5 milioni di euro di oggi. La Loren, dunque, usufruendo del condono fiscale previsto dalla legge 516/1982, aveva presentato una dichiarazione integrativa facendo riferimento a un imponibile di 552 milioni di vecchie lire, ma il Fisco aveva iscritto a ruolo un imponibile maggiore, pari a 644 milioni, sostenendo che la dichiarazione sul 1974 presentata dall’attrice, doveva considerarsi omessa, perché "priva degli elementi attivi e passivi necessari alla determinazione dell’imponibile".

Il ricorso -  La Loren fa subito ricorso e le Commissioni di primo e secondo grado le danno ragione. Ma la Commissione tributaria centrale di Roma aveva dichiarato legittima la liquidazione del condono con l’imponibile al 70%. La Cassazione ha invece accolto il ricorso dell’attrice. L'errore del fisco è costato alla Loren,nel 1982, 17 giorni di carcere nella casa circondariale femminile di Caserta. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • federico28

    14 Giugno 2014 - 10:10

    Ogni commento è davvero superfluo. Ma alla signora Loren qualche risarcimento in moneta, oltre a quello morale e per danno esistenziale, non andrebbe formalmente riconosciuto? Paghi e paghi personalemte chi ha sbagliato e il provento sia destinato - come si suppone la stessa Loren vorrebbe - ad istituzioni benefiche.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    23 Ottobre 2013 - 19:07

    questa si che è efficienza. Daltronde parliamo della Loren, mica del signore degli anelli di Arcore. In Italia, purtroppo, c'è giustizia e giustizia....

    Report

    Rispondi

  • blu_ing

    23 Ottobre 2013 - 16:04

    quando si dice la eguaglianza a berlusconi lo hanno giustiziato subito, alla Loren quasi subito 31 anni! avrebbero fatto piu bella figura se avessero depositato prima la sentenza della loren e poi quella a morte di berlusconi

    Report

    Rispondi

media