Cerca

La polemica

Due fette di crudo sul lato B
Pubblicità hot per il prosciutto

A Capri i poster "I ham". Le donne dell'isola: "Mercificazione del corpo femminile, trattato come carne da macello..."

Donna-prosciutto

Donna-prosciutto

Una pubblicità che ha sollevato non poche polemiche. A Capri, e non solo. Il cartellone "incriminato", apparso da qualche giorno nel porto turistico dell'isola, che grazie a Internet ha fatto il giro del bel paese, esibisce le curve sinuose di una donna, a pancia in giù, ma con un particolare aggiuntivo: due fette di prosciutto al posto del fondoschiena. Sopra, a caratteri cubitali, la scritta "I ham" in giallo, una crasi tra "l'io sono" inglese e la traduzione british di prosciutto. Il mega manifesto pubblicitario ha fatto indignare le donne di Capri e si è diffuso rapidamente on line: "Quel lato b mercificato - hanno protestano alcune utenti -, trattato come carne da macello, è vergognoso. Il corpo delle donne non è un pezzo di carne". Un manifesto sostanzialmente indirizzato ai turisti stranieri, di cui è piena la terra dei Faraglioni. E infatti, sotto la donna-prosciutto, ecco apparire la reclame: "Nei migliori ristoranti di Capri".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allianz

    24 Ottobre 2013 - 14:02

    Se le mettono sul culo....nessun problema.Il dubbio sviluppa l'immaginazione.Il brutto è quando certi politici se le mettono sugli occhi....Allora sono cazzi amari.Per tutti.

    Report

    Rispondi

blog