Cerca

Il giallo di Brembate

Yara, si cerca la madre dell'assassino: 700 donne chiamate per il test del Dna

Sono le bergamasche che, almeno una volta, hanno soggiornato a Salice Terme, località in cui sarebbe avvenuto l'incontro col padre dell'assassino

Yara Gambirasio

Yara Gambirasio

Ennesimo vicolo cieco nelle indagini sull'omicidio di Yara Gambirasio, la tredicenne di Brembate di sopra scomparsa il 26 novembre 2010, e poi trovata morta un paio di mesi dopo in un campo a poche miglia dalla palestra in cui si allenava. Come riportato da L'eco di Bergamo, è caccia alla madre dell'assassino, denominato "Ignoto 1", dopo la notizia che il Dna trovato sugli indumenti della ragazzina di Brembate è compatibile con quello di Giuseppe Guarinoni, l'autista di Gorno, deceduto nel 1999, che avrebbe avuto una relazione extraconiugale da cui sarebbe nato un figlio illegittimo, il presunto omicida di Yara. Sono circa 700 le donne bergamasche che saranno convocate per il test del Dna. Tutte quelle che, almeno una volta, hanno soggiornato a Salice Terme, località termale in cui, ogni anno, era solito recarsi Guerinoni.

Il test del Dna avrebbe infatti scagionato Leonardo B., il cinquantenne di Padova già in carcere per pedofilia in Francia. L'uomo, con una passione spasmodica per la ginnastica ritmica, adescava ragazzine su Facebook fingendosi loro coetaneo, e scriveva messaggi rivolti a Yara, dopo averne rubato le identità social. Gli inquirenti avevano sospettato di lui perché ritenevano potesse essere il figlio illegittimo dell'autista di Gorno. L'indiziato, che ha dichiarato di essere stato abbandonato in orfanotrofio quando era piccolo, è nato infatti nel periodo in cui il bergamasco ebbe la relazione extraconiugale. Non solo: nel 2010, anno del rapimento di Yara, si trovava in Italia e avrebbe tentato di avvicinare proprio qualche ragazzina bergamasca.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gliso

    24 Ottobre 2013 - 21:09

    Ci sarà un'altra tragedia nel bergamasco La donna sa che suo figlio è un'assassino il figlio sa che la madre lo sa, e sa pure che la madre come tante che vanno in feri poi si lasciano andare. Puo darsi che addirittura la donna sia persona importante e lo scandalo le provocherebbe........... Signora quel che ha fatto anni fa è niente è perdonabile ma quel che sta facendo oggi non glielo perdonerà nessuno ne oggi ne mai. Dia una svolta alla sua vita consegni suo figlio alla giustizia.Se invece ci fosse l'eventualità che la madre fosse morta anni fa, il vedovo dovrebbe farsi venire qualche dubbio sul proprio figlio nato nove mesi dopo che la moglie era andata in ferie all'epoca a Salice Terme. Non si può coprire un mostro anche se è tuo figlio

    Report

    Rispondi

blog