Cerca

Svolta

Omicidio di Yara Gambirasio, arrivano i risultati del dna: l'autista di Gorno scomparso è il padre dell'assassino

Tracce di sangue dell'omicida erano state trovate sul corpo della vittima. Secondo le indagini, l'uomo si sarebbe tagliato con un coltellino

Yara Gambirasio

Yara Gambirasio

Le indagini sull'omicidio di Yara Gambirario, la tredicenne di Brembate di Sopra scomparsa il 26 novembre 2010, e poi trovata morta un paio di mesi dopo in un campo a poche miglia dalla palestra in cui si allenava, sembra siano giunte a una svolta importante. Sono arrivati infatti in questi giorni i risultati degli esami sui campioni prelevati lo scorso marzo dalla salma di Giuseppe Guerinoni, l'autista di Gorno, in provincia di Bergamo, scomparso nel 1999, che secondo gli inquirenti avrebbe avuto un figlio illegittimo negli anni Sessanta. Figlio che sarebbe appunto l'omicida di Yara. Il Dna dei campioni dell'uomo è stato comparato con quello dell'assassino, prelevato dalle tracce di sangue trovate sui vestiti della vittima (si pensa che l'omicida si sia tagliato con un coltellino che stava usando per cercare di tagliare gli slip della tredicenne). Ora gli inquirenti dovranno trovare il giovane sottoponendo al test del Dna 700 donne bergamasche che hanno soggiornato almeno una volta a Salice Terme, la località dove ogni anno era solito recarsi Guerinoni. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • taxpayer

    31 Ottobre 2013 - 19:07

    ... riguardno solo il loro percorso da un fiasco all'altro. Anche la storia del Guerinoni e' un atto di fede nelle analisi del DNA, condotte con strumenti sensibilissimi, ma con tecniche di preparazione dei campioni che possono falsare i risultati. Meglio tacere e sperare nella fortuna.

    Report

    Rispondi

  • agostino.vaccara

    31 Ottobre 2013 - 14:02

    questa relazione l'avesse avuta da qualche altra parte??? Visto che era autista, presumibilmente di camion, avrà girato mezza Italia!!!! Coraggio, ormai è fatta, basta sottoporre al test del dna tutte le donne abitanti nelle città toccate da guerinoni nei suoi viaggi!!!!

    Report

    Rispondi

blog