Cerca

L'inchiesta

Abruzzo, arrestato l'assessore regionale alla Cultura

Luigi De Fanis è accusato di concussione nell'inchiesta sull'uso dei fondi per il 150esimo anniversario di D'Annunzio

9
L'assessore regionale dell'Abruzzo Luigi De Fanis

Nel corso di una operazione scattata alle prime luci del giorno, denominata 'Il Vate', il personale del Corpo Forestale dello Stato di Pescara, L'Aquila e Chieti, su disposizione del gip del Tribunale di Pescara Mariacarla Sacco, ha arrestato l'assessore regionale alla Cultura Luigi De Fanis, la sua segretaria particolare e di due dipendenti della Regione Abruzzo. I reati contestati sono concussione, truffa aggravata e peculato. Delle quattro misure cautelari, due sono agli arresti domiciliari e due obblighi di dimora. L'indagine coordinata dal procuratore capo di Pescara, Federico De Siervo e dal sostituto procuratore Giuseppe Bellelli mira a far luce sulle modalità di erogazione dei contributi in base alla Legge Regionale n.43/73 che disciplina organizzazione, adesione e partecipazione a convegni e altre manifestazioni culturali. 

La denuncia - Le indagini hanno preso il via da una denuncia di un imprenditore che si è rivolto al Corpo Forestale dello Stato dopo le continue richieste di denaro che a lui sarebbero state fatte da parte dell'assessore competente in cambio della erogazione di fondi per l'organizzazione di manifestazioni culturali, e in particolare gli accertamenti si sono concentrati soprattutto sull'erogazione di fondi regionali destinati a manifestazioni celebrative del 150esimo della nascita di Gabriele D'Annunzio (da qui il nome dell'operazione, 'Il Vate'). Sarebbero emerse altresi' ipotesi di peculato d'uso di beni e risorse della Regione Abruzzo per interessi privati. Circa cinquanta gli uomini del Corpo forestale impegnati nelle perquisizioni domiciliari degli indagati e delle sedi dell'Assessorato alle Politiche culturali della Regione Abruzzo dell'Aquila e Pescara. Perquisita anche la sede dell'Agenzia regionale per la Promozione culturale di Sulmona (L'Aquila). Materiale si sta acquisendo in diverse localita' dell'Abruzzo, da Guardiagrele a Paglieta, da Montazzoli a Vasto. L'assessore De Fanis e' stato arrestato in provincia di Chieti.rate sull'erogazione di fondi regionali utilizzati per l'organizzazione degli eventi celebrativi dell'anniversario dei 150 anni della nascita di Gabriele D'Annunzio.

Chi è De Fanis - Luigi De Fanis, assessore arrestato per concussione Regione Abruzzo arrestato stamane per concussione, è medico ortopedico. E' stato sindaco di Montazzoli (Chieti) dal 1990 al 1995 e dal 1995 al 2000 assessore della Comunità montana Alto Vastese. Attualmente è assessore alla Sanità e all'Ambiente al Comune di Atessa (Chieti). Alla Regione è stato eletto nelle fila del PdL. Nell'Esecutivo di centrodestra del governatore Gianni Chiodi è assessore alla Cultura ed alla Prevenzione collettiva. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bruno osti

    31 Gennaio 2014 - 09:09

    anche la Brambilla, ex ministro del Burlesque, stando a quanto scrive il Corriere, è sotto inchiesta per uso improprio di elicotteri di stato.

    Report

    Rispondi

  • yaaa

    12 Novembre 2013 - 18:06

    ma si deve arrivare al terzultimo rigo per leggere che questo lestofante e' del PDL ?

    Report

    Rispondi

  • cav.uff.

    12 Novembre 2013 - 17:05

    non le Provincie ! Perché queste ricevono una barcata di nostri soldi e li usano per i comodacci dei loro assessori e consiglieri. A casa tutti questi ladri!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

media