Cerca

Anonimo

"Scimmione, torna in Africa con la ministra". A Livorno una lettera di offese contro il leader della comunità senegalese tira in ballo anche Cecile

Al leader della comunità senegalese di Livorno una missiva piena di insulti. Tirata in ballo anche la la titolare del dicastero per l'Integrazione

"Scimmione, torna in Africa con la ministra". A Livorno una lettera di offese contro il leader della comunità senegalese tira in ballo anche Cecile

"Tornatene nella foresta, scimmione. Tu e la ministra orangotango". E' questo il tenore di una lettera di offese arrivata al leader della comunità senegalese di Livorno, Diop Mbaye. "Vai a casa tua brutto scimmione vestito da carnevale - si legge nella missiva anonima, che tira in ballo anche il ministro per l'Integrazione Cecile Kyenge - assieme alla ministra congolese (orangotango). L'Italia non ha bisgno di voi! Verrà pure qualcuno - prosegue il testo - che vi rimanderranno tutti nelle foreste assieme alle scimmie". A denunciare l'accaduto su Facebook è lo stesso Mbaye. Nella stessa busta da lettera, il leader senegalese ha trovato il ritaglio di una sua intervista a La Nazione dove discute delle primarie Pd. "E' bene che sia chiaro che non mi faccio intimidire - ha scritto Mbaye sui social -, vado avanti più convinto che mai sul cammino della difesa dei diritti umani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    15 Novembre 2013 - 11:11

    Questo bakongo bingo bongo figlio del Congo, farebbe meglio ad andare nel suo Congo a predicare i diritti umani, sicuramente in quei paraggi ne hanno più bisogno visto che ogni altro giorno c'è una guerra tribale scoppiata per motivi anche futili, ci sono le mutilazioni genitali, c è' una povertà paurosa, le donne sottomesse ai mariti padroni, ecc.ecc. VADI, VADI e predica i ditti umani ai tuoi conterranei che non sanno manco cosa siano.

    Report

    Rispondi

blog