Cerca

Appunto

Facci: l'ordine dei giornalisti? Caos allo stato puro

L'organismo nazionale contro Santoro, Lombardia contro il Lazio, che è contro Santoro: ecco la "funzione chiarificatrice"...

Filippo Facci

Facci visto da Vasinca

Sapevamo che l’Ordine nazionale dei giornalisti aveva segnalato l’ennesimo «caso Santoro» dopo che Michelle Bonev, in diretta, aveva detto che Francesca Pascale era lesbica. Sapevamo che l’Ordine del Lazio aveva archiviato tutto, non ravvisando «gli elementi per un rinvio al Consiglio territoriale di disciplina». Non sapevamo, però, che l’Ordine del Lazio non aveva il potere di archiviare nulla, visto che il potere «istruttorio e decisorio» (dpr 137/2012) è riservato appunto al Consiglio territoriale di disciplina, organismo che il caso Santoro non l’ha mai visto, perché l’Ordine del Lazio non gliel’ha spedito. Non sapevamo che il Ministero della Giustizia, un anno fa, ha chiarito che una condotta come quella dell’Ordine del Lazio corrisponde a un abuso. Non sapevamo che un consigliere dell’Ordine della Lombardia, perciò, ha denunciato l’Ordine del Lazio per abuso d’ufficio. Non sapevamo neanche che un consigliere dell’Ordine del Lazio, intanto, ha denunciato chi aveva denunciato Santoro, cioè ha denunciato il segretario nazionale Roberto Pirovano. In sintesi: dopo che l’Ordine nazionale ha denunciato Santoro, l’Ordine regionale del Lazio - già denunciato dall’Ordine della Lombardia per non aver denunciato Santoro - ha denunciato il segretario dell’Ordine nazionale all’Ordine regionale di appartenenza, che è quello della Lombardia. L’Ordine della Lombardia ha archiviato. E la funzione chiarificatrice dell’Ordine dei giornalisti è sempre più chiara a tutti.  

di Filippo Facci
@FilippoFacci1

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    24 Novembre 2013 - 16:04

    Per farla finita, non sarebbe meglio archiviare l'ordine tout court, cioè eliminarlo, tanto è inutile, un'altra mangiatoia ad uso e consumo delle lobby politiche.

    Report

    Rispondi

blog