Cerca

Perugia

Otto intossicati dal monossido
nella casa dell'omicidio Meredith

 Otto persone sono rimaste   intossicate da monossido nell’abitazione di via della Pergola a   Perugia dove venne uccisa la studentessa inglese Meredith Kercher. Tra  gli intossicati, nessuno in gravi condizioni, ci sono anche due   bambini di un mese e di un anno. Si tratta di una famiglia marocchina   che ha preso in affitto il casolare alle porte di Perugia.  L'affittuario dei due appartamenti, un marocchino di 24 anni, ha  riferito che, dopo aver cucinato della carne utilizzando un braciere,   sia lui che gli altri occupanti, hanno accusato cefalea e vertigini. I  medici del pronto soccorso dell’ospedale di Perugia sono intervenuti   monitorando i pazienti e aspettando gli esiti degli accertamenti che   sono ancora in corso. Le loro condizioni comunque non vengono   considerate gravi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog