Cerca

La sentenza

Stamina, il Tar sospende la bocciatura del metodo

Il presidente di Stamina, Vannoni aveva presentato ricorso contro la commissione considerandola "di parte"

 L’ufficio legale del ministero è al lavoro per valutare le azioni da intraprendere, così come l'Avvocatura dello Stato,
Il presidente di Stamina Davide Vannoni

 Il Tar del Lazio ha sospeso il decreto di nomina da parte del ministero della Salute del comitato scientifico chiamato a giudicare il metodo Stamina, di fatto sospendendo anche il parere contrario alla sperimentazione che lo stesso comitato aveva fornito. Si tratta, spiegano fonti del ministero della Salute, di una sospensione in attesa di una valutazione nel merito, che sarà effettuata dal Tar a giugno. Il presidente di Stamina, Davide Vannoni, aveva presentato ricorso il 27 settembre contro il comitato, giudicandolo imparziale, essendosi molti esperti già pronunciati preventivamente contro il controverso metodo terapeutico a base di staminali del midollo. L’ufficio legale del ministero è al lavoro per valutare le azioni da intraprendere, così come l'Avvocatura dello Stato, coinvolta nella decisione del Comitato che stoppava il prosieguo della sperimentazione

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • osicran2

    28 Dicembre 2013 - 12:12

    La sanità da noi, ma anche nel resto del mondo, si sa è gestita e monitorata dalle lobby economiche e finanziarie. Le cure per le malattie rare sono molto costose e, pertanto, assicurano grossi guadagni a spese delle famiglie dei malati. Inoltre, la ricerca su farmaci e terapie, consente di raccogliere ogni anno ingenti capitali dalle campagne di solidarietà. Siamo certi che non esista un piano preciso perché non si trovino mai rimedi e cure che pongano fine a tali malattie?

    Report

    Rispondi

  • alfredo giulio

    04 Dicembre 2013 - 22:10

    La ministra Bindi, dietro il parere di esperti, bocciò la cura Di Bella. Chissà perché poi l'IEA di Veronesi la applica in parte ed in America la stanno portando avanti. Ora gli esperti hanno bocciato la Stamina. Sarà come dicono o ....... Se la malattia colpisse voi, non vorreste provare di salvarvi con questa cura?

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    04 Dicembre 2013 - 20:08

    Immagino, sesenena, lei conosca la differenza tra trapianto e somministrazione di farmaco. E immagino comunque che lei conosca a fondo questa materia in generale. Immagino lei conosca come la "commissione scientifica" di luminari dalle menti illuminate da se stessi abbia valutato la cosa. Immagino lei conosca personalmente il Ministro della Salute cui il buon Ministro dell'economia avrà detto "va tranquilla abbiamo i soldi pronti nel caso sia valido". Inoltre immagino lei conosca personalmente tutti i giudici in questione. Avrò mica troppa immaginazione? Può darsi, ma ciò di cui SONO SICURO AL 100% è che nessuna delle persone che lei ama abbia bisogno di possibilità, false speranze o comunque lei voglia definirle. Torno a immaginare.

    Report

    Rispondi

  • sesenena

    04 Dicembre 2013 - 17:05

    Può curarsi come meglio crede ma non a spese del SSN che deve pagare solo le cure che abbiano un minimo di evidenza scientifica. Comunque questa è solo un'altra prova di come la magistratura entri a gamba tesa in questioni che capisce ben poco; ora si formerà un nuovo gruppo di esperti che bocceranno anche loro il metodo e si spera che allora la questione sarà chiusa.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog