Cerca

Chiavari, militare condannato

Affittava casa alle squillo cinesi

Chiavari, militare condannato
 Un maresciallo condannato a due anni per sfruttamento della prostituzione. Francesco Sternativo, maresciallo dell’Esercito in forza alla scuola Telecomunicazioni di Caperana e consigliere di opposizione nel Comune di Orero, era finito sotto inchiesta per un giro di squillo cinesi che si prostituivano in un appartamento, a Chiavari, nella zona di corso Dante: in sostanza Strernativo aveva avuto la responsabilità di affittare l’abitazione per conto della proprietaria, un’anziana signora, ma un’indagine del commissariato di polizia di Chiavari aveva appurato che all’interno della casa di corso Dante si vendevano tre ragazze cinesi e, il sette aprile scorso, erano scattate le manette. La condanna è stata sospesa e il maresciallo in aula ha commentato così la vicenda: “Mi sono trovato immischiato in una vicenda più grossa di me, per questo ho deciso di patteggiare, pur non attribuendomi alcuna responsabilità per i fatti in causa: è stato solo per accelerare l’iter del procedimento giudiziario. Inoltre, non ho mai avuto alcun ruolo di gestione della casa d’appuntamenti. Ho fatto, semmai, l’errore di fidarmi delle persone a cui avevo dato in affitto l’alloggio, chiedendo un canone di locazione lievemente superiore a quello di mercato”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog