Cerca

A Torino

Torino, uccide moglie, suocera e figlia. Poi si suicida

Un commerciante di 56 anni che da pochi mesi era rimasto senza lavoro ha perso la testa. Dopo aver sparato ai familiari, ha chiamato i carabinieri e si è accoltellato

Torino, uccide moglie, suocera e figlia. Poi si suicida

Capodanno di sangue a Torino. A Collegno, pochi chilometri dal capoluogo piemontese si è consumata una vera e propria tragedia familiare. Una lite nata in casa, al quinto piano di una palazzina nella casa della famiglia Garattini, è degenerata in un quadruplice omicidio. Daniele Garattini, rappresentante, 57 enne rappresentante di commercio e disoccupato da circa un mese, intorno alle 12 e 30 ha impugnato una pistola calibro 7.65 e ha sparato alla suocera. Daria Maccari, 84 anni, è morta sul colpo in soggiorno. L’uomo poi è andato in cucina e ha quindi fatto fuoco sulla moglie, Letizia Maggio, 54 anni. Anche lei è deceduta. Dopo aver sparato anche sulla figlia Giulia, 21 anni, ha puntato l’arma contro se stesso, al cuore. Ma i sei colpi del caricatore erano finiti. Quindi ha preso un coltello e si è pugnalato al petto, morendo poco dopo. La figlia è stata trasportata in gravissime condizioni all’ospedale Martini di Torino dove è morta poco dopo. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog