Cerca

Simbolo della lotta alla mafia

Impastato "usato" per lo spot degli occhiali.
L'ira della famiglia e del web

Un attore fa sue le parole di Peppino sulla bellezza prima di inforcare gli occhiali. Il fratello: "Ritirate lo spot o reagiremo"

Peppino Impastato

Peppino Impastato

Cresce l’indignazione per lo spot della Glassing, azienda che commercializza occhiali e che ha deciso di utilizzare l’esortazione alla bellezza di Giuseppe Impastato. "Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l'omertà", recita un attore prima di inforcare un paio di occhiali. "Non c'è rispetto per la memoria", si lamenta stamane Emanuela su Twitter. "Giù le mani da Impastato", sbotta Salvo. "Non potrebbe ritirare subito lo spot e magari chiedere scusa?", è l’invito di Beppe Giulietti. "Non vi fate schifo?", taglia corto Paolo. "Boicotta la Glassing", è la proposta di Riccardo. Gli risponde amaro Tiziano: "Se anche vuoi boicottare la Glassing, ormai non importa perchè si è già fatta pubblicità". 

Il problema è proprio questo per la famiglia del militante massacrato e fatto saltare in aria. "Non è possibile rubare la parole di Peppino - afferma il fratello Giovanni - a fini commerciali. Non esistono giustificazioni". "Bisognerebbe educare la gente alla bellezza - era l’invito di Impastato - perchè in uomini e donne non si insinui più l’abitudine e la rassegnazione ma rimangano sempre vivi la curiosità e lo stupore". "Parole violate, come possiamo - chiede la famiglia - accettare questa sorta di tradimento? Non lo faremo. La Glassing ritiro lo spot o reagiremo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog