Cerca

Due di picche

Renzi apre al M5s, ma Becchi gela il segretario Pd: "Non facciamo accordi"

Il sindaco di Firenze invita i pentastellati a concordare la riforma del Senato, ma va in bianco. Grillo ritwitta: "Restituisci il maltolto"

Paolo Becchi

Paolo Becchi

"Facciamo le riforme insieme?", "No!". La mano tesa da Matteo Renzi ai pentastellati non fa in tempo a rimbalzare dalla rassegna stampa al dibattito politico che dagli ambienti oltranzisti del Movimento 5 stelle arriva un sonoro e inequivocabile due di picche. Il neo segretario Pd, intervistato dal Fatto Quotidiano, ha invitato Beppe Grillo e rappresentanza parlamentare del suo partito a dialogare con il Pd per portare in porto alcune riforme (quella del bicameralismo in primis). Ma l'iniziativa non ha sortito successo.

 

"Renzi si metta il cuore in pace non ci sarà alcuna riforma del bicameralismo perfetto con l'aiuto del #M5S", è la risposta di Paolo Becchi, il professore universitario di Genova definito l'ideologo del Movimento. "Cominci a restituire il maltolto", chiosa.

 

Sulla stessa lunghezza d'onde è Dario Morgante, giornalista e scrittore vicino ai grillini. Che cinguetta: "Restituite il malloppo adesso", facendo riferimento alla questione dei rimborsi elettorali. A sugellare che questa è la linea di partito, arriva il retweet di Grillo all'invettiva di Morganti. Per Renzi, al momento, non è prevista nessuna apertura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fausta73

    18 Luglio 2014 - 15:03

    ma questo becchi perchè parla a nome del movimento, grillo non gli aveva detto che può parlare solo a titolo personale?

    Report

    Rispondi

blog