Cerca

La caricatura

Su Novella 2000 ecco l'oroscopo per i gay

L'oroscopo su Novella 2000

Leggete qua. «Vergine: fortunati sia in amore che al gioco. Il premio in palio: un pesciolone da cucinare a piacere». Oppure: «Ariete: fissati col frustino, andate matti per il suo sibilo mentre il pesciolino chiede pietà: troppo gusto abbrevia il gioco». O ancora: «acquisti dall’ortolano per fare l’insalata: peperoni cetrioli, cornetti, funghetti, anche le patatine? Perché no?». 

Amici gay - o altri forse troppo seriosi, ma in ogni caso sensibili alle minoranze - ci segnalano qualcosa d’inquietante nell’oroscopo che Novella 2000 serve ogni settimana nella sezioncella “Gay”, che si contrappone alle altre categorie “Lui” e “Lei”. Trattasi d’una forma di sottile discriminazione; seppur avvolta da un’apparente simpatia pitonata à  La Cage aux Folles, lustrini, paillettes e ammiccamenti sessuali compresi, nella difficile era di conquista dei diritti civili per gli omosessuali, e di tutto l’universo LGBT (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender). Già, canonizzare i “Gay” in un genere sessuale è semanticamente un errore. Vuol dire che i Gay non son uomini? E le lesbiche, allora, non son donne? Ma l’articolo 3 della Costituzione non certifica l’eguaglianza dei cittadini compresa la sessuale? Eppoi quel persistente ricorrere, nelle previsioni astrologiche per una categoria che non esiste, ad imperlate di metafore sessuali. Dio, i cetrioli e i pescioloni... Non si usavano neanche nelle commedie di Lino Banfi negli anni 70. E quando s’usavano, c’erano sempre gli strali aguzzi delle femministe di turno che votavano radicale e si abbuffavano di Erica Jong, a costringere registi pecorecci e sceneggiatori virilisti alle scuse più estenuate. «Ma vogliono solo fare i simpatici...», ci ribattono alcuni frequentatori di quell’oroscopo che non ne ha mai azzeccata una ma «in fondo è molto divertente». Che poi bisogna vedere per chi è divertente vedere ridotta la propria identità sessuale solo a grottescheria. Chi sorride a leggere sotto la voce “Capricorno” «niente scuse, oggi lo dite a papà. Di certo vi aspettate la sua risposta “e allora sei dei nostri!”»?. Noi ci vediamo solo la sfacciata presa per i fondelli del comimg out, della rivelazione ai propri genitori. Un atto che, di fatto, è il primo grande dramma di un adolescente gay. Che cosa a che vedere questo con l’oroscopo? Ci immaginiamo decine di intellettuali -da Sedaris a Colm Toibin, da Tondelli a Golinelli-, gente che da anni cerca di dare dignità a un mondo fino a qualche decennio fa tormentato -specie dalle sue caricature- . Ce li immaginiano scuotere la testa: «bastano due righe a settimana, e rovini  anni di battaglia..». Purtroppo non abbiamo visto ancora nessuna Concia, o Cecchi Paone, o Luxuria o Grillini, inalberarsi contro i segni zodiacali idioti.

Francesco Specchia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • geoandgeo

    11 Gennaio 2014 - 16:04

    Condivido che sia molto e troppo grottesco fare oroscopi così. Tutto ciò lo dico però anche nella consapevolezza che esistono pari oroscopi per generi tipo "pupe e secchione", oroscop rosa e simili. E' la bassa qualità culturale che incide in tutto questo e a malin cuore devo dire che in giro si trova gente che ragiona con logiche a dir poco raccapriccianti per il basso livello culturale. Ed è proprio il basso profilo culturale che è all'origine della discriminazione per dire verso i gay così come parimenti una bassa cultura porta alcuni gay a non rendersi conto della figura grottesca che impersonano. Si dovrebbe ragionare in termini di "persona", sia essa eterosessuale così come omosessuale, e giudicare la persona nella sua complessità ed interezza. Esistono gay poco piacevoli nel loro insieme come anche gay molto piacevoli e retti...ma questo accade anche nel mondo eterosessuale. Trans e prostitute non sono certo nate per i gay ad esempio: o si giudica tutti o nessuno o caso per caso

    Report

    Rispondi

  • highlander5649

    11 Gennaio 2014 - 11:11

    non so quante persone credono agli oroscopi, ma io non ci credo affatto. l'italia è il paese dei creduloni. un esercito di persone è stata trufata da pseudomaghi per svariate migliaia di euro. basta ricordare le televendite tv di vanna marchi e figlia ed il famigerato do nascimiento tutti credono nella pozione magica che fa tornare la persona amata.. se non si cambia mentalità i politic ce la mettono in quel posto. sempre. a proposito. per i gay. ogni oroscopo è buono per l'ennesima inculata. virtuale e reale.

    Report

    Rispondi

blog