Cerca

Tragedia nella città dei sassi

Matera, crolla una palazzina: una vittima, estratto vivo un uomo

Nello stabile erano in corso lavori di ristrutturazione "non autorizzati". Sei persone salve, niente da fare per una insegnante di 31 anni

Matera, crolla una palazzina: una vittima, estratto vivo un uomo

Miracolo a Matera: dopo oltre 13 ore sotto le macerie del crollo della palazzina in vico Piave è stato estratto vivo l'ingegnere Vito Nicola Oreste, 57 anni, che al momento del crollo si trovava nella palazzina adiacente. L’ambulanza lo ha trasportato all'ospedale Madonna delle Grazie. Il momento in cui la barella con il ferito è stata portata fuori dalle macerie è stato accolto dalle urla di gioia dei familiari e anche da applausi. Niente da fare per l'unica vittima del crollo, la 31enne Antonella Favale, insegnante in un centro di disabili: il suo cadavere è stato individuato intorno alle 22.30 di sabato. Altre sei persone invece sono state estratte sane e salve.

"Cedimento strutturale" - Si va ormai definendo l'ipotesi che la causa del crollo della palazzina di tre piani sia stato un cedimento strutturale per problemi di staticità. I condomini della palazzina già nei giorni scorsi avevano segnalato la presenza di crepe e di lesioni e per questa ragione si erano tenuti dei sopralluoghi da parte dei vigili del fuoco e dei vigili urbani. L'ultima ispezione, stando a quanto riferito dai residenti di vico Piave, sarebbe avvenuta proprio nella giornata di venerdì. Tutti questi elementi fanno parte ora dell’indagine che è stata avviata per chiarire con accuratezza quali siano state le cause che hanno provocato il crollo. Al piano terra della palazzina erano in corso dei lavori di ristrutturazione, presumibilmente per la realizzazione di una pizzeria, e su tutta la documentazione tecnica e amministrativa in queste ore l’ufficio tecnico del Comune di Matera ha effettuato delle verifiche. In una nota ufficiale dell'amministrazione si sottolinea come il Comune "non abbia autorizzato alcun lavoro nell'immobile crollato". "L'inchiesta della Procura di Matera a cui il Comune offrirà ogni utile collaborazione ci darà modo di risalire alle cause di questa tragedia", ha affermato il sindaco Adduce. Il primo cittadino ha emesso anche ordinanze di sgombero delle palazzine interessate dal crollo, fino al numero 26 di vico Piave.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • jakson61

    12 Gennaio 2014 - 14:02

    Ma io dico, con tutto il rispetto che ho per i vigili del fuoco, perchè il sopraluogo non lo fà un Ingegnere o un Geometro, magari iscritti all'albo?

    Report

    Rispondi

  • blues188

    12 Gennaio 2014 - 09:09

    E poi vengono a rompere i cocchi solo al Nord con continui controlli, ma solo per dare multe.

    Report

    Rispondi

blog