Cerca

Ruby bis

Mora, i legali ricorrono in appello:
"Non favorì la prostituzione"

La richiesta degli avvocati dell'ex agente di vip: non sapeva della minore età di Ruby

Ruby Rubacuori

Ruby Rubacuori

"Non risulta da alcun elemento in  atti che Mora abbia indotto o favorito la prostituzione informando i  propri artisti di pagamenti di corrispettivi in denaro o altra   utilità per le serate presso la residenza di Silvio Berlusconi". E’  uno dei passaggi del ricorso presentato da Gianluca Maris e Nicola Avanzi, legali di Lele Mora condannato a 7 anni dai giudici di primo  grado di Milano nel processo Ruby 2. Gli avvocati spiegano, nella loro istanza di una quarantina di pagine che nelle notti di Arcore potevano "presentare numerosi aspetti di immoralità e squallore" ma erano solo "la base e l'occasione di tutta una fase di conoscenza reciproca e di creazione di vincoli di simpatia o empatia fra le parti in gioco"

 La mission di Lele - "Ciò che all’evidenza si proponeva Mora era quello di  promuovere i suoi artisti, non certo quello di indurne o favorirne la   prostituzione", scrivono gli avvocati che chiedono "preliminarmente di  annullare la sentenza e le ordinanze impugnate, dichiarare la propria  incompetenza ed ordinare la trasmissione degli atti al giudice di  primo grado competente, individuato nel Tribunale di Monza" e nel  merito di "assolvere Dario Mora dai reati a lui ascritti perchè il  fatto non sussiste o non costituisce reato".    Contro la sentenza emessa il 19 luglio scorso dal collegio   presieduto da Annamaria Gatto, i legali sollevano oltre la questione   della competenza territoriale, anche quella dell’eccezione di  illegittimità costituzionale contro le accuse di induzione e   favoreggiamento della prostituzione minorile di Karima El Mahroug. "In  realtà Karima mai ha detto a Mora di essere minorenne e Mora lo ha  appreso solo successivamente", aggiungono i legali.

Il rapporto con Ruby - In primis "la sua conoscenza di Karima, come  ricostruita dalla testimonianza di Zorzetto, con la compilazione della  famosa scheda e poi il suo aspetto fisico, che è stato, per unanime  riconoscimento di tutti i testi, apprezzato come quello di una persona  maggiore di età; da ultimo la circostanza che davanti a tutti Karima   si sia sempre presentata come una ragazza di 24 anni", si legge nel   ricorso dei legali.  "Ma vi è un altro dato che, a giudizio di questa difesa,   risulta molto importante per dimostrare l’ignoranza invincibile di   Dario Mora circa la reale conoscenza della minore età di Karima: la   testimonianza di Caterina Pasquino, colei che con la sua denuncia di   furto a carico di Karima ha dato di fatto avvio al processo per cui è  causa", scrivono.   "Ed invero se Dario Mora fosse stato artefice del sistema   prostitutivo prospettato, con la consapevolezza, oltretutto, di aver a  che fare con una minorenne, mai e poi mai avrebbe esortato la Pasquino  a denunciare Ruby, con il pericolo, conoscendone il carattere, che   quest’ultima, quantomeno per ritorsione, potesse all’occorrenza fare   dichiarazioni che ne rivelassero l’esistenza, rimanendone alla fine   lui stesso implicato", concludono gli avvocati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fearofthedark

    fearofthedark

    16 Gennaio 2014 - 17:05

    vede continua a farmi il pirlotto, lei riesce a fare il bravo bambino su quell'indirizzo di posta elettronica, mentre qui non riesce a confrontarsi? mi spieghi cos'è che la inibisce su questo forum e la spinge a postare minkiate? vede io intendevo un confronto su questo forum, per quale motivo qui deve smerdacchiare a destra e a manca? viene pagato dai pennivendoli di libero? mi dica sinceramente, con tutta la buona volontà, non riesco a capirla!

    Report

    Rispondi

  • antari

    16 Gennaio 2014 - 15:03

    Problema tecnico oppure CENSURA? vorrei sapere perche' viene ripetutamente cassato il mio commento "che schifo", riferito alle parole usate dagli avvocati di Mora: Gli avvocati spiegano, nella loro istanza di una quarantina di pagine che nelle notti di Arcore potevano "presentare numerosi aspetti di immoralità e squallore" ma erano solo "la base e l'occasione di tutta una fase di conoscenza reciproca e di creazione di vincoli di simpatia o empatia fra le parti in gioco". Grazie

    Report

    Rispondi

  • UNGHIANERA

    15 Gennaio 2014 - 22:10

    Se è un confronto che cercate eccovi l'occasione per mostrare la quantità di intelligenza che vi è toccata alla nascita,scrivete qua(opsie79@email.it)non temete,per male che vi vada prenderete in diretta la solita razione di coglionamenti che vi beccate qua dentro!

    Report

    Rispondi

  • solerosso34

    15 Gennaio 2014 - 21:09

    CERTO QUESTO BERLUSCONI E' PROPRIO UNA FORZA!!RIESCE ANCHE ORA CHE NON E' PIU' AL GOVERNO, NON E' PIU' SENATORE, RIESCE A FAR MORIRE DI RABBIA MEZZA ITALIA, L'ALTRA META'LO AMA, POVERA ITALIA.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog