Cerca

L'inchiesta

Firenze,sei arresti per camorra: Imprese ottennero appalti anche agli Uffizi

Sfruttando un sistema per evadere il fisco, uomini legati ai clan ottenevano contratti garantendo prezzi vantaggiosi rispetto alla concorrenza

Firenze,sei arresti per camorra: Imprese ottennero appalti anche agli Uffizi

La camorra entra dentro gli Uffizi di Firenze. Un'inchiesta della Guardia di Finanza ha portato all'arresto di sei persone vicine al clan dei Casalesi, accusate di associazione a delinquere di stampo mafioso. Il lavoro delle Fiamme gialle ha infatti scoperto un sistema di evasione fiscale che ha permesso a imprese legate agli indagati di ottenere diversi subappalti. Due delle ditte coinvolte nell'indagine hanno lavorato anche al polo museale fiorentino degli Uffizi, ottenendo lavori per centinaia di migliaia di euro. Dal 2007 al 2012 le imprese hanno evaso oltre 3,1 milioni di euro, grazie a società "cartiere", cioè che producevano fatture false. Un sistema che permetteva di stare sul mercato a prezzi più vantaggiosi rispetto a quelle della concorrenza. Così facendo, le due ditte sono riuscite a ottenere negli anni diversi appalti pubblici, senza che i committenti sospettassero nulla. 

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • RaidenB

    15 Gennaio 2014 - 17:05

    Dico solo una cosa: "Renzi NON poteva non sapere".

    Report

    Rispondi

blog