Cerca

Truffa

Segretaria sottrae all'azienda tre milioni di euro

Ora le sono stati sequestrati beni per la stessa cifra. Ed è indagata per truffa aggravata e frode informatica

Segretaria sottrae all'azienda tre milioni di euro

Una ex segretaria aziendale è riuscita a impossessarsi illegalmente di più di tre milioni euro sottraendoli al suo datore di lavoro. Per questo oggi alla donna è stato notificato dalla Guardia di Finanza di Venezia il sequestro di beni mobili e immobili, per un valore equivalente a quello da lei sottratto all'azienda per cui lavorava.

L'indagine è iniziata in seguito alla denuncia del datore di lavoro stesso; la finanza ha poi individuato le transazioni con cui la donna trasferiva i soldi sui suoi conti personali, per poi reinvestirli in case (tra cui una grande villa a Borca di Cadore, in provincia di Belluno) e beni di lusso, come auto d'epoca, con delle operazioni di truffa che andavano avanti da anni. Le accuse per l'ex segretaria dell'azienda sono di frode informatica, accesso abusivo a sistemi telematici e truffa aggravata. Insieme alla donna la finanza sta svolgendo indagini anche i suoi due figli, che si pensa possano essere coinvolti nelle sue operazioni di truffa. 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lucy

    26 Gennaio 2014 - 06:06

    quanti ne ha fregati il capo di soldi!

    Report

    Rispondi

  • dx

    24 Gennaio 2014 - 10:10

    ...

    Report

    Rispondi

  • AlexFG

    24 Gennaio 2014 - 09:09

    colpa del capo se non ha capito niente ed è stato fregato. Significa che non è capace d'amministrare e tenere sotto controllo conti e personale.

    Report

    Rispondi

blog