Cerca

BOTTINO MAGRO

Napoli, furto a casa De Magistris. Rubati soldi e gioielli, indaga la polizia

I malviventi hanno forzato una porta di servizio, si cercano eventuali impronte

Napoli, furto a casa De Magistris. Rubati soldi e gioielli, indaga la polizia

Nella giornata di domenica 26 gennaio dei ladri si sono introdotti nella casa del sindaco Luigi De Magistris, riuscendo a forzare una porta di servizio che non era stata chiusa a chiave. "Ci mancava solo questo", commenta subito dopo l'accaduto il primo cittadino napoletano, a cui sono stati sottratti gioielli e contanti per un valore di tremila euro. De Magistris, con moglie e figli, era a colazione dalla madre che abita nello stesso palazzo al Vomero. "Una cosa che capita ad altri napoletani. Non sottovaluto mai nulla e bisogna capire. Non bisogna sottovalutare per quello che ho fatto nella mia vita, per quello che sto facendo e che farò, ma non ho elementi per ritenere che non sia un furto ordinario come di quelli che accadono a Napoli come in altre città. Voglio ringraziare le forze dell'ordine che ieri a casa hanno fatto un lavoro eccellente". Da ieri, infatti, polizia e Scientifica sono a lavoro per cercare di far luce sull'accaduto: dopo una attenta ispezione per rilevare eventuali impronte lasciate dai ladri, sono stati acquisiti i filmati di alcune telecamere di sicurezza installate nella zona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sfeno

    05 Giugno 2014 - 16:04

    non vale neanche la pena parlare di questo ruffone ( uno dei tanti )

    Report

    Rispondi

  • AlexFG

    28 Gennaio 2014 - 09:09

    Bene, ora anche giggino sa cosa significa vivere senza certezze, senza sicurezza e in balia dei delinquenti. Prenda spunto per fare qualcosa di serio sulla sicurezza.

    Report

    Rispondi

  • gisto

    28 Gennaio 2014 - 09:09

    Concordo 100% con @FONTI,anche a me è successo la stessa cosa.Per Giggino le indagini costeranno più del furto che lui ha subito,nel frattempo non avranno tempo per indagare sugli altri furti.

    Report

    Rispondi

  • zefleone

    27 Gennaio 2014 - 18:06

    Per fortuna Napoli è vicina al mare è quelle lacrime si scaricano immediatamente, altrimenti ci sarebbe stata una bomba d'acqua per queste lacrime....:=))

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog