Cerca

Regina del mattone nella Capitale

Angiola Armellini: "Il Comune di Roma mi deve 16 milioni di euro"

Accusata di aver nascosto al fisco circa due miliardi di euro: "Ho fatto degli errori, ma è Marino a dovermi dei soldi"

Angiola Armellini: "Il Comune di Roma mi deve 16 milioni di euro"

Più di 1.200 case di proprietà a Roma e dintorni. Società immobiliari in Lussemburgo e in altri paradisi fiscali. E due miliardi di euro nascosti al Fisco. Il caso di Angiola Armellini ha fatto scandalo, nei giorni in cui la stragrande maggioranza di italiana si stava affannando per pagare la mini-Imu. Lei, la "regina del mattone" della Capitale, erede dell'impero immobiliare del padre Renato, parla oggi in una lunga intervista a Repubblica. Nella quale passa al contrattacco. Nei giorni successivi all'erompere dello scandalo sui giornali (21 gennaio) il sindaco della Capitale Ignazio Marino aveva coi soliti toni roboanti annunciato che il Comune avrebbe preteso dalla Armellini  Imu e Ici arretrati fino all'ultimo euro. Ma lei oggi spiega al quotidiano di Ezio Mauro di aver già definito con Equitalia la rateizzazione dei due milioni di euro di arretrati. E aggiunge: "Il problema è che, come tutti gli imprenditori, vanto nei confronti del Comune crediti per 16 milioni di euro non saldati". Crediti che le società della Angiolini avrebbero maturato "per indennità di esproprio, danni per abusi, occupazioni e altro". Durante il colloquio nell'ufficio del suo avvocato, la donna ammette di aver commesso degli errori, di "non aver avuto" e di non avere "oggi la competenza tecnica necessaria" per occuparsi in prima persona del suo impero immobiliare. Un ultimo pensiero lo dedica all'ex compagno, il politico Bruno Tabacci, il quale disse che parlare dell'inchiesta della Finanza su di lei sarebbe stato come "sparare sulla Croce Rossa": "E' stato una persona molto importante nella mia vita per dieci anni. Sono sicura che il senso delle sue parole, come nel caso della mia vicenda, sia stato travisato. Ha sempre dimostrato apprezzamento e rispetto per me e le mie attività". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • bilko

    22 Maggio 2014 - 01:01

    tabacci sei un ladro grande parassita di stato e lei la tua signora una ladra parassita di stato beccata in pieno io vi avrei sbattuto in galera fidati.

    Report

    Rispondi

  • stunese

    31 Gennaio 2014 - 12:12

    intanto cara signora cominci a pagare i 2 miliardi è poi si rivale sul comune di roma è non trovi scuse come non sa che deve pagare le tasse sui immobili

    Report

    Rispondi

  • sig.nessuno

    31 Gennaio 2014 - 10:10

    Facciamo un conguaglio e chiudiamo il discorso?

    Report

    Rispondi

  • gregio52

    31 Gennaio 2014 - 07:07

    Perché non fa come tutti i miseri cittadini che prima pagano e poi se debbono riscuotere dall' Amministrazione sono "cazzi" loro ? E' la furbetta, l'amica dell' amica di qualche politico ?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog