Cerca

La scelta del Cav

Forza Italia, Berlusconi: "Tutti avanti con Toti, io non rottamo nessuno"

Forza Italia, Berlusconi: "Tutti avanti con Toti, io non rottamo nessuno"

Silvio Berlusconi sbraca in Sardegna per sostenere la candidatore di Ugo Cappellacci per la poltrona di governatore dell'Isola. Con oltre due ore di ritardo rispetto al programma, Silvio è arrivato alla Fiera di Cagliari. Nel padiglione D ci sono per il Cavaliere circa 2.500 persone: in sala bandiere di Forza Italia, sul palco due maxischermi e lo slogan della campagna di Cappellacci. In sottofondo tutte le canzoni che solitamente accompagnano le convention di Fi.

"Con Toti" - E il primo passaggio è proprio dedicato ai maldipancia nel partito dopo la scelta del Cav di puntare tutto su Giovanni Toti: "Ho letto di maretta, rottamazione. - precisa Berlusconi - Toti è venuto per amor mio, ma preciso che non siamo gay, e avete visto cosa è venuto fuori. Non vogliamo rottamare nessuno perché se c’è qualcuno che negli oltre 50 anni della sua carriera imprenditoriale e politica ha sempre avuto rispetto di tutti i suoi collaboratori e amici, quello sono io".

Le foto -  Poi il Cav ha scherzato con i fan di Forza Italia e parlando delle foto apparse sul Sunday Times che lo ritraggono senza trucco. "Le hanno fatte passare come foto di come sono adesso, ma erano foto fatte fare a un fotografo per mostrare come sarò quando avrò novant'anni. I miei 80 anni io li porto bene", ha aggiunto il leader di Fi, pizzicandosi la pelle del viso. Ma nonostante il Cav abbia ancora il sorriso sulle labbra e il piglio da vincente nel partito la maretta resta.

Malumore dei falchi
- Denis Verdini, come racconta la Stampa, non ha digerito le ultime mosse del Cav e non manda giù l'ioronazione di Giovanni Toti a consigliere politico. Ma a far infuriare Verdini è un'altra scelta di Silvio. Il Cav vorrebbe affiancare a Toti Sandro Bondi consegnando all'ex ministro le chiavi del Comitato di presidenza di Forza Italia. Ruolo a cui ambisce lo stesso Verdini che ora rischia di essere declassato da numero 2 a numero 4 di Forza Italia. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • agosman

    02 Febbraio 2014 - 21:09

    della prima repubblica, che si è circondato di gran parte di quegli stessi professionisti della politica tutti riciclati, che ha creato nuovi professionisti della politica che sono lì da quando lui stesso è sceso in campo, dice di non voler rottamare nessuno. Largo dunque agli affaristi, opportunisti, ribaltonisti, ladri e traditori. Casini e Fini li ha definiti persone “orride” per incantare idioti, illusi e creduloni. Se ne accorgeranno presto. Berlusconi si alleerà con cani e porci pur di vincere le elezioni al solo e unico scopo di perorare i propri interessi come ha fatto nel 2011 consegnando i suoi elettori che lo sostenevano da 20 anni nelle mani di Monti anziché pretendere le elezioni anticipate. Oggi abbiamo saputo cosa si sono votati i consiglieri regionali di F.I. e della coalizione di centro destra in Piemonte. Nemmeno quelli meritano di essere rottamati? Avanti con il M5S. Vi do una notizia sono già al 30% ma non lo dice nessun sondaggista. Indovinate perché.

    Report

    Rispondi

  • xFalco

    01 Febbraio 2014 - 19:07

    Sì, ero lì insieme ad altre 3000 persone per Silvio Berlusconi, e ne sono fiero. Tu invece sei solo un povero comunista invidioso.

    Report

    Rispondi

  • klklab

    01 Febbraio 2014 - 19:07

    Io dico a tutti coloro che vogliono il bene di SILVIO e quindi di Forza Italia, di avere piena fiducia nelle sue scelte perchè ha sempre dimostrato di avere competenza e acume politico. Si deve collaborare tutti insieme con il massimo impegno per la comunità "Italia" e non per l'esclusivo l'interesse personale.

    Report

    Rispondi

  • tingen

    01 Febbraio 2014 - 19:07

    Se Alfano non aveva il quid, non lo ha nemmeno questo Toti.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog