Cerca

Allerta pioggia

Maltempo, Roma allagata. Esonda torrente, morte tre persone a Noto

A Fiumicino arriva l'esercito, in Sicilia auto travolta dalle acque: tra le vittime anche una bambina di 7 anni. Neve al Nord, prossima settimana senza miglioramenti

Maltempo, Roma allagata. Esonda torrente, morte tre persone a Noto

Italia sotto l'acqua. A Roma serve l'Esercito a Fiumicino per mettere in sicurezza la zona di Isola Sacra, allagata, mentre all'Olimpico la partita di Serie A tra Roma e Parma è stata rinviata dopo 8 minuti di gioco per impraticabilità del campo. Rischio di frane in molte zone montane, da Bergamo alla Toscana. E morti in Sicilia, dove un'auto con tre persone a bordo, tra cui una bambina di 7 anni, è stata travolta da un torrente a Noto, in provincia di Siracusa. E al Nord continuano le nevicate record.

Il dramma di Noto - Secondo la ricostruzione della polizia, l'incidente mortale di Noto si è verificato intorno alle 4 di domenica mattina in contrada Romanella. Una Ypsilon 10 con 7 persone a bordo è stata trascinata fuori dalla strada dalle acque di un torrente esondato a causa delle piogge. Le vittime sono due donne di 67 e 33 anni e una bambina di 7, imprigionate nella vettura. L'uomo alla guida, il 32enne Antonino Restuccia e cugino della bimba, è stato arrestato con l'accusa di grave negligenza ed è indagato per omicidio colposo plurimo. Tragedia sfiorata anche a Catania, dove un fuoristrada con a bordo due persone è stato travolto dal fiume Simeto: decisivo l'intervento in elicottero dei vigili del fuoco. La pioggia fa paura anche in Calabria, dove diverse abitazioni a Catanzaro sono rimate senza luce elettrica. Per la prossima settimana si prevedono ancora piogge diffuse su tutta l'Italia, soprattutto su Lombardia, Emilia Romagna e Triveneto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alvit

    03 Febbraio 2014 - 11:11

    Si meritano ciò che sta accadendo. Tutta Italia è sommersa dall'acqua, ma ciò che ci fanno vedere è sempre la terronia o sotto il Po. I soldi che gli italioti hanno mandato a queste popolazioni, oramai non si contano più. Cosa fanno questi esseri se non mangiarseli in tarallucci e vino o cantando gli stornelli? I soldi vengono scialacquati e poi il tevere straripa, le mura crollano, i fiumi allagano, ma quando passa la buriana, tutto torna come prima, stornelli, feste, mangiate sui colli o fuoriporta. Romani, terroni, picco e badile dovrebbero darvi a voi e a quella scartina che avete eletto come sindaco, un povero pirla che non si fa vedere. Ricordatevi che lo avete eletto voi, komunisti di fuffa.

    Report

    Rispondi

  • alvit

    03 Febbraio 2014 - 11:11

    Pietà per le vittime, ma mi volete spiegare per favore, come è possibile che nella terronia si possa andare su una macchinetta, ypsilon 10 in SETTE persone, fra cu SEI adulti? Non voglio infierire sulle persone morte, ma di sicuro sono andate a cercarsela la signora con la falce. Ciò che m colpisce di più è che sempre, in terronia, si vedono persone stipate dentro a piccole trappole, magari senza revisione, assicurazione, bollo. Chi si dovrà ora colpire? chi pagherà per queste vite spezzate?, Il sindaco, la polizia, o il popolo bue? Grazie per le risposte, se ce ne saranno, si accettano anche ingiurie dai terroni, colpevoli di non seguire le regole imposte dallo stato.

    Report

    Rispondi

  • arwen

    03 Febbraio 2014 - 10:10

    Si sta domandando se esiste un sindaco nella città. Perchè, a parte quakche comparsata televisiava, sua specialità, il sindaco Marino, fin'ora, ha brillato per il suo assenteismo. Complimenti, certo che per chi ha criticato, e con ragione, il buon Alemanno con tanta veemenza, c'è da riconoscere che, al momento della prova, si è dimostrato altrettanto incapace.

    Report

    Rispondi

blog