Cerca

Nel mirino

Compravendita senatori, nel collegio un giudice ex sostenitore di Romano Prodi

Il giudice Nicola Russo aveva chiesto di essere "esonerato" dall'incarico ma la sua istanza è stata respinta. Nel 1996 era in un comitato per l'elezione di Mortadella

Compravendita senatori, nel collegio un giudice ex sostenitore di Romano Prodi

Ancora una toga anti-Cav giudicherà Silvio Berlusconi. Il giudice Nicola Russo, presidente del collegio del Tribunale davanti al quale è in corso il processo a Silvio Berlusconi e Valter Lavitola, ha chiesto di astenersi, perchè 19 anni fa ha fatto parte di un comitato che sosteneva la candidatura di Romano Prodi. La richiesta è stata respinta dal presidente del Tribunale di Napoli, Carlo Alemi, in quanto all’epoca dei fatti non Russo non era ancora un magistrato. Dunque Russo, che si è speso per la campagna elettorale di Prodi sarà a capo del colleggio che giudicherà il Cav. L'ennesima beffa di un assedio giudiziario che va avnti da vent'anni. Dopo la costituzione come parte civile da parte del Senato, grazie al colpo di mano del presidente Piero Grasso, ora arriva pure l'ennesimo schiaffo togato. Intanto la battaglia processuale a Napoli va avanti. Berlusconi è stato nuovamente dichiarato contumace.

Il processo va avanti - L’udienza si è stata tenuta davanti al collegio A della prima sezione del Tribunale di Napoli, a seguito dell’astensione della presidente della quarta sezione Loredana Acierno. La dichiarazione di contumacia di Berlusconi da parte della   quarta sezione è stata poi giudicata inefficace dal nuovo collegio,   che oggi ha ribadito la validità della notifica dell’ordinanza che ha  rinviato a giudizio l’ex premier. In apertura di udienza, i legali di   Berlusconi avevano avanzato una nuova istanza su problematiche   tecniche relative alla notifica degli atti, giudicata regolare dopo una breve camera di consiglio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    19 Febbraio 2014 - 13:01

    Per lei 3 milioni sono bruscolini?

    Report

    Rispondi

  • carlozani

    19 Febbraio 2014 - 11:11

    In tutti i processi contro Belusconi c'è sempre un magistrato che odia l'ex Cavaliere e questo non è più solamente un caso.Se abbiamo una giustizia di "m...a" è perchè ci sono giudici che la rendono tale. C.z.

    Report

    Rispondi

  • RaidenB

    18 Febbraio 2014 - 23:11

    Così il processo per la compravendita dei senatori non è più solo una farsa perchè costruito sul nulla, ma diventa anche un processo illegale, incostituzionale e persino politicamente di parte. E' inoltre curioso notare come la magistratura non va ad indagare sulle varie compravendite di voti che fa ed ha fatto il PD.

    Report

    Rispondi

  • Tobyyy

    18 Febbraio 2014 - 20:08

    Se i giudici che hanno perseguitato Berlusconi e perseverano imperterriti nel loro disegno criminale, credono di farla franca, si sbagliano e si sbagliano di grosso, perché risponderanno senza ombra di dubbio, senza se né ma e pagheranno di tasca propria...! Stiano accorti e vivano sul chivalà e ciò, non lo si interpreti come minaccia, bensì come consiglio...dato che hanno oltrepassato il limite della tolleranza....!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog