Cerca

Cuore di padrona

Guerra civile in Ucraina, la Melandri: "La mia colf sogna l'Europa"

Un tweet di solidarietà per le rivolte di Kiev: "La mia Nadia che mi aiuta a casa sogna l'Europa"

Giovanna Melandri

La rivoluzione secondo Giovanna Melandri. Mentre in Ucraina impazza la guerra civile con decine di morti, l'ex ministro pensa ad avere il salone in ordine e la cucina pultita. L'ex respondabile dei Beni Culturali, attualmente presidente del Maxxi e impegnata con l'organizzazione filantropica UmanFoundation, è evidentemente molto preoccupata per la situazione in Ucraina. Ieri sera la Melandri twittava: "In ucraina una violenza inaudita verso chi spera nell'Europa. Nadia, che da anni mi aiuta a casa, sogna l'Europaper i suoi figli".  Da sottolineare il sentimento di solidarietà con i popoli in lotta per l'indipendenza, ma forse la Melandri teme che la sua "colf" con l'Ucraina in Europa possa ancora pulire il salotto. Ma a Kiev a casa sua...

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gregio52

    04 Marzo 2014 - 22:10

    Noi invece sogniamo la Melandri che parte per l'Ucraina, un viaggio di sola andata così potrà fare un pò di politica all' italiana in quel paese e penso che durerebbe ben poco.

    Report

    Rispondi

  • blu521

    21 Febbraio 2014 - 17:05

    La melandri per la colf, il nano per le mignotte

    Report

    Rispondi

  • sidereus40

    21 Febbraio 2014 - 12:12

    Si è dimenticata di aggiungere: la mia Nadia che mi aiuta a casa pagata da noi italiani. In pratica oltre a non aver mai fatto un ca..o in parlamento non fa un ca..o neppure a casa e da buona komunista si serve di una schiava.

    Report

    Rispondi

  • ilsole65

    20 Febbraio 2014 - 18:06

    ma signora Melandri ,non erano i comunisti alla quale lei e i suoi compagni(di merende?) vi ispiravate? è vero i bambini non li mangiano ,ma sparano ancora sulla povera gente che non accetta di essere come loro . auguri per la sua colf.

    Report

    Rispondi

blog