Cerca

l'allarme

Tabaccai: "Sciopero ad oltranza se lo Stato non alza la nostra percentuale"

Lo sciopero inizierà a partire da lunedì 3 marzo dalle 9 alle 12 e per tutti i lunedì successivi e "rimarrà in vigore fino a quando le istituzioni competenti non avranno colmato quel vuoto normativo"

Tabaccai: "Sciopero ad oltranza se lo Stato non alza la nostra percentuale"

Tempi duri per i fumatori. Il nemico non è più uno, lo Stato, con i suoi aumenti dei prezzi. Infatti la federazione dei tabaccai (Fit) ha annunciato uno "sciopero ad oltranza", a partire da lunedì 3 marzo dalle 9 alle 12 e per tutti i lunedì successivi, se non aumenta la percentuale che resta ai rivenditori dopo la vendita del tabacco. 

La sfuriata - "Abbiamo cercato il dialogo", ha spiegato il presidente Fit Giovanni Risso, "ora il tempo delle parole è scaduto. Si passa all'azione". In una nota, Risso ha detto di aver "provato a spiegare l'origine dell'impoverimento di una categoria, quella dei tabaccai, ancora oggi considerata, a torto, ricca". Lo sciopero durerà almeno "finchè la politica e le istituzioni competenti non avranno colmato quel vuoto normativo su cui si combatte una guerra non nostra. La nostra neutralità è indubbia e storicamente accertata - spiega Risso - se dunque altri decidono di portare avanti una guerra di posizione, facendo scendere i prezzi delle sigarette, facciano pure. Ma non si ignori che il nostro aggio è una percentuale di quei prezzi e che, quindi, più questi scendono più il nostro aggio deve aumentare". "Solo così, infatti - conclude il presidente nazionale della Fit - si può compensare la perdita di redditività delle nostre tabaccherie fiaccate dal calo delle vendite, connesso anche al mercato illecito ed al proliferare di prodotti succedanei".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mamex

    mamex

    24 Febbraio 2014 - 23:11

    Le altre categorie come piangono e dopo il pianto la chiusura. Cosa vogliono questi mantenere i privilegi che hanno avuto in passato? La festa è finita per TUTTI!!!! E' chiaro o no?

    Report

    Rispondi

  • deltabravo

    24 Febbraio 2014 - 18:06

    Questo è quanto ancora si sussurrava oltre 20anni fa lo stato decideva i ns aggi e poi ci bastonava su tutto prima paghi e poi vai a prenderti quello che lui decideva e zitto con l'evento della telematica si è passati dalla padella alle braci e zitto ancora però una cosa voglio dire domandate a chi è intestato la Lottomatica e tutte le macchinette che sono messe nei bar ed il lotto??? sono del figlio di Visco PD=PCI controllare la finanza dovrebbe dire la sua:

    Report

    Rispondi

blog