Cerca

Napoli, inventate le magliette anti-Salvini

E per l'ex parlamentare anche una querela

Napoli, inventate le magliette anti-Salvini
Magliette con scritte al vetriolo sulla Padania e una querela per diffamazione contro il leghista Matteo Salvini. Queste le due iniziative lanciate dal ‘Comitato contro il parlamentare razzista’, gruppo di attivisti, creato a Napoli in risposta al coro razzista intonato dall'europarlamentare a una festa di Pontida. Nel corso della manifestazione di questa mattina, al caffè Gambrinus di Napoli, sono state distribuite e indossate magliette con la scritta ‘Dio creò la Padania poi, accortosi dell'errore, inventò la nebbia’, realizzate da Napolimania. Ma non è in programma solo un'inziativa gogliardica. Il comitato, infatti, ha in serbo una querela per diffamazione contro Salvini. “Crediamo che sia la giusta risposta a chi ha dimostrato ancora una volta la sua inadeguatezza a ricoprire ruoli di rappresentanza in Italia e all'estero”, fanno sapere i promotori tra cui ci sono anche l'ex assessore provinciale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, l'avvocato Pietro Marzano, che ha curato la stesura della querela, Cesare Falchero, patron di Edenlandia ed Enrico Durazzo, di Napolimania. “La maglietta è una risposta ironica agli insulti dei leghisti che troppo spesso offendono i meridionali e i napoletani in particolare - aggiungono - Sono comportamenti razzisti e irresponsabili che non possono essere tollerati e serve una reazione immediata e orgogliosa”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ziogianni

    09 Luglio 2009 - 16:04

    ...eppoi, si dica la verità: Matteo Salvini non sì è dimesso per questa fesseria ma, ha optato, in quanto si era presentato per le Europee ed E' STATO ELETTO e come promesso sarà Deputato Europeo. Non inventiamo baggianate per accontentare qualche becero, oppure certi giornalisti sono "ignoranti in materia" Quindi in "buona fede".

    Report

    Rispondi

  • ziogianni

    09 Luglio 2009 - 16:04

    *O mia bela Madunina che te brillet de lontan tuta d'ora e piscinina, ti te dominet Milan sota a ti se viv la vita, se sta mai coi man in man canten tucc "lontan de Napoli se moeur" ma po' i vegnen chi a Milan!

    Report

    Rispondi

  • ziogianni

    09 Luglio 2009 - 16:04

    ***"i napulitani son più belli ed intelligenti", esternò la Franca mogliera 'e Ciampi. E' vero. Apparte, la monnezza, la camorra, la malasanità, i truffaldini, quelli che in aereo vengono a far le rapine al nord...bazzecole. Loro producono. Cosa? L'ignoranza!*

    Report

    Rispondi

  • ziogianni

    09 Luglio 2009 - 16:04

    ***Quella scritta, è vecchia di 15 anni. Con la bocca a papera della mussolini possono dire ciò che vogliono....Ziogianni ha detto... 07/07/09 17:10 Le bufale napoletane ***Invece i piagnosi napoletani che vendono allo stadio souvenir con scritto: "Dio fece Milano, accortosi del grave errore, inventò la nebbia". Ancora, quando incendiano i campi dei nomadi dicono: sono solo un gruppetto di facinorosi. Oppure sono più belli ed intelligenti, come sproloquiò la moglie di Ciampi. Non è certo come un materassino bruciato sotto un ponte a Torino da una cricca guidata da Borghezio. Speciali televisivi contro la Lega ed il razzismo. E poi le bare appese nei vicoli contro Berlusconi perché il Napoli (con il cocainomane vinse lo scudetto). Andate...andate a pascolare le pecore se, ne siete capaci! Anzi..."le bufale". E comunque evviva Eduardo de Filippo che...per non sentir "l'odore" se la diete a gambe facendo nascere la prole a Roma. Chissà perché!*

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog