Cerca

Studentessa modello bocciata

Ha il cellulare alla maturità

Studentessa modello bocciata

Non sarà ammessa agli orali e dovrà ripetere l’anno la studentessa modello di Genova ‘beccata’ con un cellulare in tasca durante la prova d’esame di matematica. La ragazzina, che aveva consegnato uno dei suoi telefonini, come previsto dalla legge, aveva deciso di tenere con sé un secondo cellulare. Un portafortuna per lei, commenta oggi il preside del liceo scientifico Cassini Massimo Angelini sulle colonne del ‘Secolo XIX’, una sorta di “coperta di Linus” che serviva con ogni probabilità  a darle “sicurezza”. Una leggerezza che costerà cara alla studentessa: nonostante “tutti gli otto e nove” in pagella - commenta il direttore didattico del Cassini - che avrebbero potuto garantirle il conseguimento della maturità con il massimo dei voti (lode compresa) dovrà ripetere l’anno scolastico. Angelini non si capacita. “Forse ha controllato l’ora perché stava scadendo il tempo per la prova: sa come sono i ragazzi, usano il cellulare, come se fosse l’orologio....”. Forse. La commissione d’indagine non ha creduto a tutti i tentativi di spiegare la buona fede del gesto. E l’esito dell’esame è stato presto decretato: bocciata.  Nonostante la ragazzina fosse tutt’altro che un asino.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog