Cerca

Vagni rientra in Italia

"Finalmente a casa"

Vagni rientra in Italia
Eugenio Vagni è rientrato in Italia. L'operatore della Croce Rossa Internazionale sequestrato a gennaio nelle Filippine e rilasciato pochi giorni fa è atterrato alle 14.11 all'aeroporto di Bologna con un volo proveniente da Zurigo. Ad attenderlo in fondo alla scaletta le autorità aeroportuali e il sindaco di Montevarchi Giorgio Valentini. Vagni, abito marrone e camicia chiara, è apparso un po' provato dai sei mesi di prigionia am al tempo stesso sorridente. Quando è passato ad alcuni metri di distanza dai cronisti in attesa in un'area riservata li ha salutati con un cenno della mano ed ha aggiunto: «Ben trovati tutti». Finalmente è in Italia, gli hanno urlato i cronisti. «Davvero finalmente. Vi amo tutti», ha risposto Vagni che poi è entrato nello scalo dove lo attendevano i fratelli Francesco e Romeo con i quali farà ritorno a casa, a Montevarchi. Insieme a Vagni, sull'aereo, c'era la moglie con la figlioletta. «Le sue condizioni sono discrete - ha detto il commissario straordinario della Croce Rossa Francesco Rocca che lo ha atteso ai piedi della scaletta - ci prepariamo a fare una grande festa questa sera a Montevarchi. C'era tanta attesa e ora c'è molta ansia per poterlo festeggiare».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog