Cerca

Grillo fuori dal Pd. E ammette:

c'è un complotto contro Silvio

Grillo fuori dal Pd. E ammette:
Al Cavaliere non ne ha mai fatta passare una. Se c'era da attaccare, attaccava. se c'era da punzecchiare, punzecchiava, se c'era da criticare, criticava. Eppure il re dei censori, Beppe Grillo, questa volta non può che ammettere: contro Berlusconi è in atto un complotto. Da cosa lo evince? Ma dalle registrazioni pubblicate su Repubblica.it e relative alle conversazioni tra il premier e la escort Patrizia D'Addario. Nel suo blog, oltre alla sua candidatura infranta (il Pd ha stracciato la sua tessera), Grillo parla della D'Addario e del Cavaliere: "Ho ascoltato le conversazioni tra la D'Addario e Berlusconi", scrive il comico; "la mia impressione è che siano state preparate, studiate a tavolino. Riascoltatele, la D'Addario sembra recitare una parte. Non mi sembra verosimile che una escort rischi tutto, si metta contro il Sistema, per una concessione edilizia negata, per una promessa non mantenuta dello psiconano. Poteva vendere le registrazioni a qualunque cifra all'interessato, e non lo ha fatto. È una supposizione, ma la D'Addario mi ricorda il cadavere di Salvo Lima usato contro Andreotti. Altri tempi. Per lo psiconano potrebbe essere sufficiente una prostituta".

Tessera Pd stracciata - Voleva fare il fondo a tutti, destra e sinistra, candidandosi nelle file del Pd. Ma alla fine il fondo lo hanno fatto a lui. Beppe Grillo getta la spugna. È costretto a mollare la sua corsa alla leadership del Pd. E lo fa attraverso il suo blog, con un secco P.S. "Il PDmenoelle ha annullato anche la mia iscrizione di Paternopoli. Non ho quindi la possibilità di candidarmi a segretario". L'annuncio fa seguito alla comunicazione della segreteria provinciale del Pd di Avellino sottoscritta dal segretario Vanda Grassi, con cui veniva respinta la tessera n. 40 del circolo di Paternopoli 'Martin Luther King' intestata, appunto, a Grillo. La procedura è scattata dopo aver sentito il parere della segreteria nazionale del Pd. Grassi ha imposto al coordinatore del circolo irpino Andrea Forgione di restituire al comico genovese la quota dovuta per l'iscrizione al circolo.
Ma a Forgione la cosa non va affatto giù. E in un'intervista rilasciata all'adnKronos afferma: "Soffro come un cane perchè vedo infrangersi il sogno di Walter Veltroni di un partito aperto. Lo stesso sogno che mi ha fatto avvicinare al Partito democratico. Ieri alle 17 siano andati a consegnare le tessere alla federazione provinciale di Avellino e quella di Grillo non l'hanno nemmeno voluta vedere. Non hanno nemmeno fatto il passaggio formale di prendere le tessere, fare le verifiche e quindi respingere l'iscrizione. Niente. Fuori, punto e basta. Forgione riferisce che ieri ha parlato con Grillo al telefono dopo il definitivo non al suo tesseramento: "Mi ha ringraziato e mi ha detto che le rivoluzioni si possono fare anche dalla periferia. Speriamo. Io sono molto dispiaciuto perchè il partito di Roma ha perso l'occasione di dimostrare che siamo un partito democratico davvero. Hanno vinto gli 'ayatollah' di Roma e i loro 'mullah' sul territorio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • osvaldos

    23 Luglio 2009 - 18:06

    ........il PD! Grillo (senza Sig.) ma con tutti quei soldi che dichiari, stai a casa tua! Goditi le tue vacanze! Non stressarti! Non tribolare per un tesseramento! Ci sono tante altre tessere più allettanti, vedi lo "Yachting Club" di Montecarlo, lo "Sportin Club" ed altri che non mi vengono in mente! Li' c'è gia tanta gente che fa ridere, saresti un doppione!

    Report

    Rispondi

  • marcoscaglia

    23 Luglio 2009 - 16:04

    Come avevo scritto giorni fa in una lettera a Libero, mi sembra chiaro che Berlusconi sia vittima di un complotto. Le prostitute di lusso vengono spesso descritte come garanzia di discrezione e capacità di essere "invisibili", quantomeno per non bruciarsi nuove opportunità di lavoro o la possibilità di stare nei giri che contano. Questa Patrizia avrebbe partecipato ad incontri con Berlusconi girando filmatini e registrando telefonate per poi rendere pubblico il tutto. Non saprei dire chi possa essere il regista o il mandante, ma è logico che era tutto organizzato, mentre al Premier dico: ogni azione causa una reazione.

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    23 Luglio 2009 - 12:12

    è inutile futurolibero dove gli altri vedono nero tu vedi bianco....è inutile....ultimo tentativo, ci provo: seguendo il tuo esempio invece non è grave se fosse andato con un uomo (i gusti so gusti...), era grave se quest'uomo si faceva pagare per andare col Silvio (prostituzione, capisci?)...spero di essere stato chiaro....e poi piantiamola co sta storia che i sinistri son tutti finocchi dai, non fate più ridere nemmeno i bambini dell'asilo!

    Report

    Rispondi

  • flio68xxx

    23 Luglio 2009 - 12:12

    Compliemti a questi pseudi leader della sinistra che sono riusciti a schifare pure una persona senza peli sulla lingua come Beppe Grillo , un uomo che forse li avrebbe aiutati a vedere le cose da altri punti di vista ,piu' semplici piu' a contatto con le persone e i cittadini. Ed invece ? Lo hanno cacciato e restituito i soldi come un club di Golf di miliardari ... questa sinistra e il PD dovrebbe proprio rifondarsi ,ma dovrebbe prima far esplodere le proprie fondamenta e ricostruire da zero ... ma intanto non ce la farnno mai piu'. La sinistra e' morta con Massimo Dalema e i vari Veltroni Franceschini non hanno ne carisma e ne le "p...e" per farcela. (poverini)

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog