Cerca

Berlusconi sull'Afghanistan:

"Truppe a casa dopo il voto"

Berlusconi sull'Afghanistan:
 Prendere in considerazione una exit strategy dall'Afghanistan ma solo dopo le elezioni nel Paese asiatico ad agosto e, soprattutto, solo accordandosi con gli altri partner. Silvio Berlusconi fa questa precisazione dopo le polemiche sulla Lega che aveva chiesto di 'riportare a casa' i soldati italiani impegnati nelle missioni italiane all'estero. Ma precisa: Intanto "noi dobbiamo essere là e far crescere la democrazia". Di fronte ai senatori del Pdl, riuniti presso la terrazza Caffarelli a Roma per il tradizionale cocktail di saluto prima della pausa estiva, il presidente del consiglio illustra la strategia italiana a Kabul: "Chi di noi non vorrebbe - dice Berlusconi - che i nostri soldati tornassero a casa? Ma i giornali devono riempire le pagine e guardate cosa è successo quando Bossi ha fatto una battuta". Il premier spiega che "ci aspettavamo una recrudescenza degli scontri in prossimità delle elezioni e così è stato". Il Cavaliere parla con una punta di orgoglio del 50% del suo lavoro che dedica alla politica internazionale, un impegno che lo ha portato, afferma, ad avere un buon rapporto con gli Stati Uniti e la Russia ma anche ad essere l'artefice del riavvicinamento tra le due superpotenze. "Obama è una persona simpatica e colta, con lui ho ottimi rapporti, tra di noi c'é intesa", dice il premier riferendo anche di una telefonata "molto affettuosa" con l'ex presidente George W. Bush. Berlusconi anovera tra i suoi successi anche l'intervento per porre fine alla guerra in Georgia insieme al presidente francese Nicolas Sarkozy e, ovviamente, la riuscita del G8 dell' Aquila.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mrjeckyll

    30 Luglio 2009 - 19:07

    Ma sì, tutti a casa ... e bombardiamoli con le armi nucleari che l'Europa ne ha in abbondanza così risolviamo il vero problema del XXI secolo: la sovrapopolazione del pianeta! I 70 milioni di musulmani che vivono in Europa avranno spazio in casa loro per tornarci e restarci. FUORI TUTTI DAI CxxxxxxI !!!

    Report

    Rispondi

  • S.Winston

    30 Luglio 2009 - 16:04

    ma fino a ieri mica dovevamo andare avanti con la missione?una exit strategy minimo prevede altri due anni di presidio comunque...

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    30 Luglio 2009 - 15:03

    Caro Silvio,il popolo Italiano non perdono mai all'ex Duce di aver mandato a morire in Rusia circa duecentomila figli di famiglia per vana gloria personale. Non fare lo sciocco,con il popolo Afgano fai dei trattati commerciali perchè hanno bisogno di tutto e di amore e il mpopolo italiano può darglielo. Fraterni saluti.

    Report

    Rispondi

  • gedeonelibero.it

    30 Luglio 2009 - 15:03

    Berlusconi non ha affatto detto "a casa dopo il voto" ma che verrà studiata una strategia di uscita, insieme agli alleati, dopo il voto. Mi sembra che tra le due cose ci sia una bella differenza, o no!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog