Cerca

Crisi, s'impicca imprenditore

Temeva di non riaprire

Crisi, s'impicca imprenditore

Ancora un suicidio di un imprenditore a causa della crisi. Commesse che calano, banche che stringono i cordoni della borsa, dipendenti da licenziare. Un mix che un imprenditore tessile di 48 anni non ha retto. Ieri si è impiccato nel capannone della sua azienda a Montemurlo, in provincia di Prato. Era stato messo in ginocchio dalla crisi e temeva di non riaprire a settembre. L'uomo, titolare della Green Fil, lascia cinque figlie tra gli 11 e i 20 anni. A trovare il corpo che pendeva dal soffitto è stata la moglie.

I precedenti -  Da ottobre alla primavera erano già stati tre i casi di imprenditori che si erano tolti la vita a causa della crisi. Un dirigente d'azienda di 43 anni di Villorba, in provincia di Treviso si è gettato sotto un treno in viaggio sulla linea Venezia-Bassano del Grappa, a Castello di Godego, poco prima di essere obbligato ad annunciare la cassa integrazione. Walter Ongaro, 58 anni, titolare di una falegnameria a Lutrano un paese non lontano da Treviso si è impiccato in un capannone della ditta. Era ossessionato dall'idea che la crisi che aveva colpito il settore, lo costringesse a dover lasciare a casa alcuni dei suoi otto dipendenti. Da gennaio gli ordini erano diminuiti e Walter aveva perso il sonno e l'angoscia di non avere alternative ai licenziamenti, lo ha spinto al suicidio. La depressione per la crisi economica aveva gettato nel baratro anche un altro imprenditore padovano di 60 anni morto il 13 ottobre scorso con un colpo di pistola al petto. Corrado Ossana era preoccupato che qualcuno, con cui aveva contratto debiti, potesse far del male ai suoi figli. Vedovo da tempo, iscritto all'albo dei geometri, era riuscito a costruire un'attività affermata. Ma la crisi di questi mesi aveva peggiorato i suoi affari e dopo una domenica pomeriggio trascorsa chino sui conti che non riusciva più a far quadrare, ha puntato la canna della sua Smith&Wesson calibro 40 contro il cuore, e ha fatto fuoco.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog