Cerca

Stuprata dal branco al Circeo

Romena in fin di vita

Stuprata dal branco al Circeo
L'hanno aggredita, picchiata e violentata fino a ridurla in fin di vita. Vittima una romena di 41 anni, stuprata da due suoi connazionali a San Felice Circeo, in provincia di Latina. La donna è ora ricoverata in gravi condizioni all'ospedale San Giovanni di Dio, dove è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico. A causa delle percosse ricevute ha riportato gravi lesioni agli organi interni ed è gravissima. Secondo le prime informazioni, due stupratori sarebbero già stati fermati dalla polizia. Le indagini sono ancora in corso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • brunello.faraldi

    10 Agosto 2009 - 17:05

    tranquilli rumeni con i nostri giudici non succede niente,si e no 5 giorni di carcere poi le scuse e fuori.Perchè non andate a vedere come viene amministrata la giustizia in Romania.Cari giudici istruitevi un po'.che siete un po' indietro.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    10 Agosto 2009 - 16:04

    Ma questi rumeni cosa mangiano a pranzo e cena? Il viagra calabro-aprutino,detto peperoncino? Mitili, come cozze e telline con coriandolo e finocchio selvatico?Forse ho capito ci danno sotto con la paprica ed il curry. Altro che pomate all'arginina, cialis,e pillole azzurre e gialle.Questi tengono testa non ad un solo Rocco Siffredi o ad un Berlusconi in piena forma perescort. Questi la prima che incontrano la stuprano, ne fanno polpette,la rompono dovunque ci sia un pertugio o addirittura ne creano di nuovi. Ecco , i rumeni. Ora capisco perchè i romani mandarono Ovidio, il poeta latino cantore dell'amore,tenerorum lusor amorum,esule in Romania. Da quelle parti avrebbe trovato fertile terreno e proseliti numerosi. Ciò detto , rimedi: prendere gli stupratori e consegnarli al padre ed agli eventuali fratelli e parenti della donna. Se al contrario si pensa di affidarli alla magistratura italiana, meglio lasciarli liberi, si perderebbe meno tempo, con avvocati,processi ,faldoni e cancellieri. Meglio lasciar perdere.

    Report

    Rispondi

blog