Cerca

Ammazzato di botte

dai ladri a Caserta

Ammazzato di botte
 L’irruzione in casa, il furto, le botte, la morte. Un uomo di 50 anni, Bartolomeo Casparrino è morto in seguito alle percosse subite da alcuni malviventi che sono penetrati poco prima delle tre di questa mattina nella propria abitazione a Vairano Paternora, in provincia di Caserta. Casparrino, che lavorava come bidello, viveva insieme con l'anziana madre che al momento dell'irruzione dei banditi dormiva. Il bidello è stato legato e imbavagliato con del nastro adesivo e poi a lungo picchiato. Sarebbe stata l'anziana donna a dare ai malviventi, nel tentativo di scongiurare il peggio, il denaro che con minacce e con pugni e calci i ladri aveva inutilmente chiesto al figlio. I rapinatori sono fuggiti mentre la donna ha dato l'allarme. Inutili i soccorsi per il figlio nonostante l'intervento del 118. Sull'episodio stanno indagando i carabinieri di Capua e del comando provinciale di Caserta.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • arradio

    12 Agosto 2009 - 13:01

    Ancora una volta la toscana miliardaria,e pure in massima parte a parole kompagnozza, si è dimostrata per quella che è, inadeguata ad osservare la legge sull'immigrazione clandestina,ma allora due parlamenti, in questo malato paese, che ci stanno a fare; se la toscana a guida rifondarola e cattocomunista, si permette di non applicare una legge dello stato, adducendo che la regione non ha provveduto in tempo a costruire la guantanamo regionale, comunque sia la colpa maggiore ce l'hanno i toscani che mandano a governare la regione una massa di incapaci. Un consiglio al popolo toscano, che non protestano mai se voglono gli extracomunitari clandestini nel loro territorio, perche non fanno entrare tutti gli algerini. i tunisini, e anche, dato che sono favorevoli si accomodino anche i quranta milioni di marocchini. che disastro.che ideali!! da manicomio.

    Report

    Rispondi

  • arradio

    12 Agosto 2009 - 13:01

    La butto la' per provocazione, ma mica tanto; personalmente la preferisco per casi come quello di Caserta,questi deficienti banditi da strapazzo, se puta caso ne fosse stato abbattuto uno dal povero bidello; se egli avesse avuto un'arma ha disposizione: sai quanti strilli dalla banda semimafiosa della sinistra, come mai adesso non commentano questo schifoso episodio, tanto a loro non glie ne frega niente della sorte delle povere vittime di questi balordi, che pur avendo fedine penali da ergastoli, girano liberamente compiendo gravi reati.Ha!!! dimenticavo loro i kompagnozzi non vanno nelle case delle vittime a portare conforto e speranza, e nò, loro, il loro ideale li portano a visitare i carcerati, che schifo!!! attenzione!! durerà?

    Report

    Rispondi

blog