Cerca

Uccide il padre a sprangate

Per colpa del Superenalotto

Uccide il padre a sprangate
 Un uomo di 73 anni è stato ucciso dal figlio di 47, che lo ha colpito più volte alla testa con una spranga di ferro. È successo questa mattina, poco prima delle 7, a Modica Alta, in provincia di Ragusa. A scatenare il raptus omicida del giovane sembra sia stata la malattia del gioco del padre che, negli ultimi tempi, si era acuita al punto di investire ingenti somme di denaro per la corsa ai  montepremi del Superenalotto. Entrambi abitavano in una casa del centro storico di Modica e negli ultimi tempi i due litigavamo sempre più spesso perchè il genitore prendeva soldi, frutto del lavoro del figlio, per giocare oltre che al gratta e vinci anche ad altre lotterie tra cui il Superenalotto. Ieri sera si era scatenata l'ennesima lite udita dai vicini. E la rabbia dev'essere covata per tutta la notte fino a stamani quando il figlio, fuori casa, è tornato a chiedere conto al genitore dei soldi spesi fino ad arrivare poi al folle gesto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog