Cerca

Nubifragi in Friuli e Alto Adige

Frane nel lecchese

Nubifragi in Friuli e Alto Adige
Il maltempo flagella il Nord-Est e provoca gravi danni. L'autostrada del Brennero è stata interrotta in alcuni tratti, provocando code fino a 18 chilometri. Il fiume Rienza è straripato nella zona di Brunico: fortunatamente non vi sono feriti. E sempre a Brunico le acque del fiume hanno lambito una zona industriale ai margini della cittadina: i pompieri sono intervenuti con le idrovore, riportando la situazione alla normalità. A Bolzano, per l'ingrossamento del torrente Talvera che attraversa la città, sono stati chiusi alcuni ponti pedonali
La strada statale 13 è interrotta per frane e per caduta di pietre e detriti a Moggio (dove le scuole sono state anche allagate), ad Ugovizza, a Resiutta, tra Chiusaforte e Resiutta, a Dogna; non sarà riaperta prima di domani. Dopo lo straripamento del rio Bartolo sono stati registrati allagamenti nel centro di Dogna, a Malborghetto Valbruna, a Camporosso, mentre a Tarvisio il rio Lussari ha rotto gli argini in via Alpi Giulie. E allagamenti hanno interessato anche la  zona industriale di Amaro. L’assessore regionale alla Protezione civile, Riccardo Riccardi, ha già fissato un sopralluogo per domani mattina.
In Friuli Venezia Giulia la Protezione civile sta intervenendo in seguito alle forti precipitazioni che stanno colpendo la Val Canale e il Canal del Ferro.

Salvati bagnanti a Sestri e Livorno - Spettacolare salvataggio in mare di tre ragazzi in difficoltà per il mare agitato nella zona di Sant'Anna (Sestri Levante), battuta da mare forza cinque con onde alte fino a tre metri. I bagnanti sono stati tratti in salvo da una motovedetta della Capitaneria di Porto, dalla squadra dei sommozzatori dei vigili del fuoco giunti con un elicottero e da un volontario della Croce Verde di Sestri Levante. E sono stati tratti in salvo anche alcuni villeggianti che stavano facendo il bagno lungo la costa livornese, battuta da un forte vento di libeccio che ha raggiunto i 30-35 nodi e col mare forza 3 in aumento. Un primo caso ha riguardato due persone in difficoltà per le correnti nel tratto di mare davanti allo stabilimento balneare Fiume di Livorno. Una motovedetta ha raggiunto i due, li ha tratti in salvo e li ha riportati a terra. Un secondo fatto c'è stato a Calafuria dove una donna, che si era affacciata sulla scogliera, è stata trascinata via da un'onda più alta di altre. In acqua la donna ha avuto la prontezza di spirito di mantenersi lontana dagli scogli. Una motovedetta della capitaneria l'ha raggiunta e l'ha recuperata.

Maltempo nel lecchese - Nuova ondata di maltempo stamani nel Lecchese e ancora una volta i danni più ingenti - come già in altre occasioni questa estate - si registrano nei paesi dell'Alto lago, a Colico e a Dervio. In particolare, a Colico dal monte Bedolesso si è staccata una frana di 25 mila metri cubi di detriti riversatisi nel torrente Perlino. Nella stessa zona la piena ha travolto una jeep in transito e il conducente si è salvato per miracolo. Nel vicino comune di Dervio allagamenti in varie zone del paese. Un'abitazione è stata evacuata per qualche ora per motivi precauzionali poi la situazione è tornata sotto controllo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog