Cerca

L'Anm contro Berlusconi:

"Attacchi non tollerabili"

L'Anm contro Berlusconi:
La lotta alla mafia "non può tollerare infondate operazioni di delegittimazione dei magistrati e delle forze dell'ordine, esposti in prima linea nell'azione di contrasto alla criminalità mafiosa". L'Associazione nazionale magistrati (Anm) esprime perciò "indignazione" per le dichiarazioni "inaccettabili" del Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, sulle procure di Milano e Palermo.
La reazione dell'Anm arriva dopo le dichiarazioni del premier Silvio Berlusconi rilasciate alla fiera del tessile Milano Unica: "È follia pura - ha detto il presidente del Consiglio - che ci siano frammenti di Procura che da Palermo a Milano guardano ancora ai fatti del '92, del '93, del '94. Mi fa male che queste persone pagate dal pubblico fanno queste cose per congiurare contro di noi che lavoriamo per il bene del paese".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antari

    09 Settembre 2009 - 15:03

    ha detto davvero cosi'? Allora deve rispondere di questa cosa, oppure provarla. Che premier sbruffone ed offensivo. E' inconcepibile che lui offenda, senza prove, la magistratura. E poi si si certo chiede conto ai giornali di quel che dicono. Ma lui, conto non ne deve dare mai, neanche quando offende, neanche quando inventa, neanche quando mente? Silvio vattene!

    Report

    Rispondi

blog