Cerca

Mike, feretro alla Triennale

La scritta Allegria sul drappo

Mike, feretro alla Triennale

Un drappo rosso, con la scritta 'Allegria’ in caratteri dorati corsivi, copre il feretro di Mike Bongiorno, deposto in fondo al salone centrale della Triennale di Milano,  da dove il presentatore iniziò la sua carriera. Proprio alla Triennale la famiglia ha deciso di allestire la camera ardente. Un sottofondo musicale accompagna lo scorrere di foto di repertorio proiettate su un grande schermo che sovrasta la bara. Ai lati del monitor svettano i gonfaloni del Comune e della Provincia di Milano. Amici, parenti, conoscenti, fan di Mike si sono riuniti in modo silenzioso e composto per dare l’ultimo saluto a mister Allegria. Molti comuni cittadini hanno atteso per ore l’arrivo del sindaco di Milano Letizia Moratti incaricata di aprire la camera ardente.  Tra i vip che hanno fatto visita questo pomeriggio a Bongiorno, l’ ex segretario del Pd Walter Veltroni, il presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli E alle 17 è atteso il suo inseparabile amico di mille pubblicità e iniziative televisive: Fiorello.

 

I funerali di Mike, morto martedì a Montecarlo all'età di 85 anni, si terranno sabato alle 10 nel Duomo di Milano. La salma del padre della tv italiana  sarà seppellita ad Arona (Novara), sul Lago Maggiore, dove si trova la tomba di famiglia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    11 Settembre 2009 - 08:08

    Ho visto in TV l'immagine della bara di Mike con sopra un drappo rosso scarlatto con la scritta "allegria". Noi italiani abbiamo una fervida fantasia, tanto che qualcuno ha pensato di fare cosa gradita, non so a chi, scrivendo quella parola e mettendola ben in vista sull'ultima dimora del de cuius. Forse perchè era una parola detta e ridetta che alla fine si identificava con Mike. Però i giorni del funerale sono giorni di dolore per i familiari e per chi gli volle bene, di pianto per la perdita di una persona cara. I giorni in cui riaffiorano i ricordi,rivedi come in un film i giorni felici, quando insieme si stava veramente in allegria, quando la vita scorreva nelle vene e tutto sembrava bello senza fine. Ed allora cosa c'entra quel drappo con quella scritta ;forse si vuole esorcizzare la morte? Ve l'immaginate quella gente che entra contrita e con la faccia di circostanza che dopo avere letto allegria, si metta a ridere ,a raccontare berzellette,a cantare "o mi bela madunina" con accompagnamento di chitarre e basso tuba. O magari qualcuno che si presenti con una Jazz band, alla maniera dei funerali di New Orleans e tutti ad agitarsi a suon di musica? C'è poco da stare allegri invece,Mike è morto e che Dio se lo abbia in gloria!

    Report

    Rispondi

blog