Cerca

Tutti contro 'Così fan tutte': troppo hot

La Marcuzzi slitta in seconda serata

Tutti contro 'Così fan tutte': troppo hot
 ''Mi attiverò subito con i vertici dell'azienda per verificare la possibilità di uno slittamento in seconda serata di 'Così fan tutte', cioè fuori fascia protetta". Lo ha detto Alessandra Mussolini (Pdl), presidente della Commissione Parlamentare per l'Infanzia e l'Adolescenza in merito allo sketch comedy con Alessia Marcuzzi in onda su Italia 1 a ridosso alle 20 e, almeno all'inizio, con tanto di bollino verde che lo certificava come programma «per tutti», nonostante l'abbondanza dei doppi sensi erotici.
"Il Codice TV e Minori va rispettato: su questo presupposto, sono certa che Mediaset, azienda eticamente sensibile, troverà una soluzione", ha quindi aggiunto Mussolini. "Il fondo non è mai finito, mi dà l’impressione che ognuno vuole fare le porcherie più grosse. Anche l’idea dei bollini rossi e verdi mi fanno ridere. Certi programmi non si devono fare e basta. Non c’entrano i bollini", ha sottolineato don Antonio Mazzi, fondatore della comunità Exodus, interpellato da Apcom. "Accogliendo le proteste vibranti di migliaia di genitori, che in queste ore mi hanno scritto email indignate", ha detto la parlamentare del PdL Gabriella Carlucci, "intendo presentare un'interpellanza urgente in Parlamento per chiedere al ministro competente ed al viceministro Romani i motivi della messa in onda in prima serata della trasmission e 'Così fan tutte', in una fascia di programmazione televisiva definita protetta. Le leggi in materia sono molto rigide e vincolanti".
Ire anche da parte del Movimento italiano genitori (Moige): "La nuova sitcom è una violazione evidente della fascia protetta", dichiara Elisabetta Scala, responsabile dell'Osservatorio Media dell'associazione, "e a soli tre giorni dall'inizio della programmazione sono giá numerose le segnalazioni che abbiamo ricevuto, sia al numero verde sia tramite e-mail». «Le esplicite allusioni sessuali e le immagini non sono assolutamente consoni all'orario di programmazione scelto da Mediaset e violano apertamente il Codice di autoregolamentazione Tv e Minori. In un momento in cui è forte l'emergenza educativa tra i ragazzi, la televisione dovrebbe evitare di trasmettere messaggi dannosi per i minori ed invece siamo costantemente bombardati da immagini e contenuti che sviliscono le donne, esaltano la trasgressione e mercificano il sesso".
Sull'argomento è intervenuto anche il direttore di Italia Uno Luca Tiraboschi: "Sono abituato ad ascoltare con attenzione le considerazioni che provengono dai telespettatori e dalle fonti istituzionali. Anche nel caso di 'Così fan tutte' sarò attento a quanto suggeritomi. Accoglierò quindi l’invito a ricollocare  la sit-com lontano dalla fascia protetta. Ribadisco la qualità del prodotto e la straordinaria interpretazione di Alessia Marcuzzi e Debora Villa.

Per questa ragione, 'Così fan tutte' andrà in onda nella prestigiosa seconda serata del venerdì dopo Colorado a partire dal 18 settembre”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • allengiuliano

    12 Settembre 2009 - 11:11

    La bigotteria in Italia esiste, eccome se esiste, manca solo la censura! Se si hanno figli piccoli, si vede il programma che non offende nessuno al contrario libertà di vedere di tutto e di più. Sta nell'intelligenza di chi "comanda" il telecomando e in casa!! I falsi moralisti dovrebbero essere una razza da estinguere!

    Report

    Rispondi

  • gianfrius55

    11 Settembre 2009 - 17:05

    ....dai dati istat in ogni casa ci sono almeno DUE televisori,se mettiamo il digitale terrestre e sky ci sono più di TRE telecomandi,ergo: che ci fanno TRE telecomandi se non si usano??? Premesso che non sono nè bacchettone nè pornografo...sono per la libertà di scelta!! Il telecomando VE NE DA' AMPIA POSSIBILITA'! USATELOOOOOOOOOOO!! Se avete queste idee sui giovani vuol dire che li sottovalutate,sono più intelligenti di quel che credete,e se parlate dei minori vi da fastidio la cosa perchè li mettete davanti al tv lavandovene le mani invece di stare con loro. Più facile sbatterli davanti al tv così sono meno d'impiccio. Falsi moralisti! Gianfranco

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    11 Settembre 2009 - 15:03

    Sarebbe ora di smetterla di produrre programmi per viziosi sessuali.Se hanno dei pruriti insoffocabili,invece di mettersi d'avanti a una TV escano da casa e vadano nei posti preposti per farsi grattare. Oppure, acquistino una delle migliaia di cassette ard in mostra.Ma finitela di corrempere i giovani e quelli dal carattere debole.

    Report

    Rispondi

blog