Cerca

Somalia, liberati i due italiani

rapiti a maggio dai ribelli

Somalia, liberati i due italiani
Iolanda Occhipinti e Giuliano Paganini, i due cooperanti italiani nelle mani di bande armate somale, sono stati liberati oggi e sono in volo per Nairobi, capitale del Kenya. Già domani potrebbero tornare in Italia. I due ervano volontari del Cins, Cooperazione italiana nord-sud, ed erano stati rapiti lo scorso 21 maggio, quando all’alba due fuoristrada con alcuni uomini armati avevano fatto irruzione nella sede dell’organizzazione di Awdhegle, a 65 chilometri a sud di Mogadiscio.
Occhipinti e Paganini erano stati bendati e portati via. Testimoni nell’occasione avevano parlato di sparatorie, ma è probabile che si trattassero solo di colpi di fucile sparati in aria per mettere paura. Da alcuni canali vicini ai due cooperanti sono giunte voci che sia Iolanda che Giuliano sono in discrete condizioni. Le trattative negli ultimi tre mesi erano stato portare avanti nel più assoluto silenzio stampa su richiesta delle famiglie e della Farnesina.
Non ci sono notizie invece sul terzo rapito, anch'esso un cooperante della Cins, l'agronomo somalo Yusuf Arale. A lanciare l’allarme è Mariano Benni, direttore dell'agenzia di stampa missionaria Misna che si occupa in particolare di Africa: "Non si sa più nulla di lui, ci sembra molto grave" ha detto contattato dalla redazione di SkyTg24.
I due italiani invece già hanno contattato le famiglie. Racconta Gianni Tumino, figlio di Iolanda Occhipinti: "Ho sentito mia madre al telefono nel primo pomeriggio, mi ha chiamato lei al cellulare. Mi ha detto che sta bene. La telefonata era molto disturbata abbiamo parlato solo qualche minuto". Anche Fulvia Cappello, moglie di Giuliano Paganini, ha parlato col marito: "Mi ha detto di stare tranquilla, che sta bene e che per ora non poteva dirmi di più". Il ministro degli Esteri Franco Frattini ha dato l'annuncio nell'aula di Montecitorio al gran completo per il voto definitivo sulla manovra triennale. "Stanno bene, sono già in volo per Nairobi" ha detto tra gli applausi dei deputati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog