Cerca

Prato, non le fa l'elemosina

Giovane rom uccide anziano

Prato, non le fa l'elemosina

Ucciso a coltellate per un banale litigio con una giovane rom di 22 anni che chiedeva dei soldi. È successo a un pensionato di 72 anni, nella notte tra martedì e mercoledì, davanti all’ospedale di Prato. Per l’omicidio la squadra mobile ha rintracciato Aida Halilovic, una ragazza di etnia rom di 22 anni che avrebbe già ammesso le proprie responsabilità.
Tutto è accaduto martedì sera nello spazio antistante il pronto soccorso dell'ospedale di Prato. All'origine del fatto una probabile discussione tra l'uomo e la rom. Il pensionato si era recato al pronto soccorso per accompagnare una parente per un ricovero. Fuori dall'ospedale l'uomo sarebbe stato oggetto di richieste di denaro da parte della giovane nomade. Il rifiuto avrebbe dato il via ad una serie di discussioni con la ragazza che, improvvisamente, avrebbe estratto un coltello e colpito l'anziano. Nonostante gli immediati soccorsi da parte del personale dell'ospedale per l'uomo non c'è stato niente da fare.
La ragazza arrestata ha cittadinanza italiana ed è di etnia rom. A Prato, dove è nata nel 1987, vive nella casa di proprietà del padre.


 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mrjeckyll

    17 Settembre 2009 - 15:03

    STERMINIAMOLI TUTTI PER IL NOSTRO BENE E PER QUELLO DELLE GENERAZIONI FUTURE !!! VEDRETE CHE CI RINGRAZIERANNO PER QUESTO ATTO DI CORAGGIO !!! FORZA ...

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    16 Settembre 2009 - 15:03

    Quando sento queste notizie,ormai purtroppo troppo frequenti da parte di rom che vogliono fare i loro porci comodi e ti rapinano,violentano e uccidono per un nonnulla,io divento razzista,sì razzista e anche xenofobo e..insomma tutto quello che volete voi,sinistrati del menga che li difendete sempre..fino a che non capitasse qualcosa anche a voi,per farvi cambiare idea.

    Report

    Rispondi

  • par28648

    16 Settembre 2009 - 15:03

    E ora la brava Dijana Pavlovic, lendinosa "mediatrice culturale" (pagata da chi?)ed attrice teatrale (sempre pagata da chi?)quale lurida e ipocrita favola ci vorrà rifilare? E i brav'uomini dell'Opera Nomadi? E don Colmegna? "Italiana di etnia rom...", un putrido ascesso della società.Cosa cambia se sui documenti di identità porta scritto italiana? E' e resta una metastasi zingara.

    Report

    Rispondi

  • boraco

    16 Settembre 2009 - 14:02

    cosa c'è ancora da commentare!serve a qualcosa esternare le proprie emozioni? magari ci sentiamo solo dire che siamo razzisti.....ma nulla mi vieta di dire...(fuori dall'Italia).TROPPE ORMAI NE HO VISTE E SENTITE.

    Report

    Rispondi

blog