Cerca

Vigili con la pistola

il sì del Campidoglio

Vigili con la pistola

Roma - La delibera sull’armamento dei vigili urbani della capitale è ormai una certezza. "Dopo 35 anni la polizia municipale di Roma torna ad avere un armamento che garantisce l'autodifesa dei vigili e la difesa dei cittadini". Queste le parole del sindaco di Roma Gianni Alemanno che, dopo aver partecipato alla tavola organizzata dai sindacati della polizia municipale con il comando e con l’ amministrazione, ha finalmente ottenuto il sì definitivo al provvedimento voluto per risolvere i problemi della sicurezza in città . "Abbiamo ottenuto questo dopo una lunga trattativa - ha aggiunto Alemanno - il blocco finale posto dai sindacati non era relativo all'armamento, ma ad una interpretazione dell'accordo sul regolamento e sull'ordinamento professionale su cui c'erano delle imprecisioni. Hanno firmato tutte le sigle". L'accordo, che a settembre dovrà passare in consiglio comunale per la votazione, "prevede la possibilità per tutti i vigili di avere un armamento, una pistola, salvo gli obiettori di coscienza ai quali garantiamo libertà di scelta. Sarà sistemata inoltre - ha aggiunto Alemanno - la situazione delle armerie per avere massima sicurezza", mentre addestramento "sarà garantito dalle strutture della polizia di stato. E' un primo passo ma molto importante per garantire la sicurezza dei cittadini". Soddisfatto anche il comandante dei vigili urbani Angelo Giuliani: "E' terminata la concertazione sul regolamento delle armi che questo corpo aspettava da tanti anni. E' stato un grande lavoro".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog